Irruzione nella notte al Mercatone Uno di Surano: ladri messi in fuga dal sistema di allarme

Ancora un tentativo di furto a danno di un esercizio commerciale del Salento: questa notte due malviventi hanno assaltato il Mercatone Uno di Surano, puntando dritto alla cassaforte. Le telecamere della Cosmopol però hanno ripreso tutto e per i due è scatta la fuga.

Ancora un colpo tentanto ai danni di un esercizio commerciale. Ancora alcuni ladri in azione, ma prontamente messi in fuga dal sistema di video sorveglianza. Dopo i tentativi di furto perpetrati nelle scorse settimane tra Lecce e provincia, questa notte ad essere stato preso di mira è stato il ‘Mercatone Uno’ di Surano.

I malviventi, stando alle prime ricostruzioni, avrebbero agito nel cuore della notte, quando le lancette dell’orologio segnavano le 2.30: due indivudui, infatti, sarebbero riusciti ad entrare nel grande centro commerciale specializzato in arredamento grazie ad un varco che sono stati capaci di crearsi sulla porta di ingresso laterale. Dopo aver rotto una grata, poi, l’irruzione: l’obiettivo era certamente quello di puntare verso la cassaforte del grande magazzino. Ma d’un tratto il sistema di allarme ha iniziato a suonare e per i due è scattata inevitabilmente la fuga. Le telecamere di videosorveglianza, però, hanno ripreso ogni passaggio: a vigilare sui sistema di sorveglianza, infatti, vi era la centrale operativa dell’istituto di vigilanza privata ‘Cosmopol’. A stretto giro di tempo è giunto sul posto un mezzo dei vigilantes: a bordo vi era un solo uomo che ha tentato di cogliere sul fatto i due malviventi all’opera. Questi, tuttavia, intuito il pericolo, sono riusciti a fuggire grazie ad una poderosa corsa a piedi.

A questo punto il vigilantes ha avvertito la locale stazione dei Carabinieri. Giunti per un sopralluogo, i militari hanno accertato che ogni cosa era al proprio posto ma pochi minuti dopo è stata notata una vettura di colore grigio, presumibilmente una Bmw, passare da quelle parti a fari spenti. Da questo particolare sono scattate le indagini che sono tuttora in corso.



In questo articolo: