La coperta elettrica prende fuoco, brutto quarto d’ora per una coppia leccese

Il cortocircuito di una coperta elettrica ha provocato non poca apprensione in una coppia di coniugi, nella loro abitazione di viale Gallipoli. Sul posto, Vigili del Fuoco, sanitari del 118 e – per i rilievi – gli agenti di Polizia.

Solo tanta paura ma, alla fine, nessuno si è fatto male. Una buona notizia a conclusione dell'ennesimo episodio di natura accidentale riguardante gli incidenti domestici. Siamo all'interno di un'abitazione di viale Gallipoli, a pochi passi dal centro storico leccese. Pare che lì, nell'appartamento situato al primo piano, una coperta elettrica sarebbe improvvisamente andata a fuoco, allarmando non poco gli occupanti. 

Sul luogo dei fatti, allertati immediatamente, sono sopraggiunti i Vigili del Fuoco di Lecce al fine di mettere fuori pericolo gli abitanti ed evitare il propagarsi dell'incendio. Più avanti, pure i sanitari del 118, intervenuti con un'ambulanza per prestare le prime cure ai malcapitati. Gli accertamenti del personale paramedico, però, a quanto pare non hanno ritenuto che i pazienti dovessero essere trasportati in ospedale, considerando il buono stato di salute. Certo, il timore, nel lasso di tempo in cui sono divampate le fiamme, sicuramente avrà scosso non poco gli sfortunati protagonisti della vicenda. 

Per i rilievi del caso, anche gli agenti della Polizia leccese. E dire che poco meno di ventiquattro ore addietro un avvenimento analogo si è verificato nei pressi di Taurisano. Qui però, ad innescare le 'lingue di fuoco' non sarebbe stata una coperta elettrica, bensì – con ogni probabilità del caso – un elettrodomestico. Storia a lieto fine, per fortuna, in quanto i due coniugi – che stavano guardando la televisione al piano superiore della casa – sono riusciti ad accorgersi in tempo del fumo, allertando poi i pompieri. 

Tania Tornese



In questo articolo: