Macabra scoperta all’alba: anziana trovata morta dentro casa

Una perdita d’acqua da dentro l’abitazione di una signora anziana ha allertato i vicini. Poi i Vigili del Fuoco, intervenuti, sfondano la porta d’ingresso, trovando la 78enne morta.

Anziani ed estate, due realtà che certamente non vanno d'accordo. Durante la stagione più calda dell'anno, non è affatto raro assistere a fenomeni in cui i più grandi soffrono al punto da disidratarsi, stando spesso molto male. E in alcuni casi potrebbe sopraggiungere persino la morte. La settimana di ferragosto ha regalato picchi di temperature altissimi, addirittura fino ai 40°, mettendo in allerta il personale medico del 118, intervenuto soprattutto per casi di malore e mancamenti.

Le persone anziane risultano dunque soggetti molto fragili in questo periodo. Stamattina, intorno alle 5.30, bruttissima scoperta dentro un appartamento di Lecce: una signora di 78 anni è stata ritrovata morta dentro casa sua.

Tutto è partito dalla segnalazione dei vicini della donna, i quali avevano notato una perdita d'acqua dentro l'abitazione. Immediatamente allertati, i Vigili del Fuoco vi sono entrati sfodando la porta d'ingresso per capire cosa stesse succedendo; poi la macrabra scoperta: il corpo della poveretta era privo di vita, inerme.

Hanno raggiunto il posto anche le forze dell'ordine, secondo cui – stando ai primissi rilievi del caso – la vittima sarebbe deceduta da diversi giorni e per cause naturali. Sarà comunque l'autopsia del medico legale a stabilire con precisione le cause di questa agghicciante morte solitaria (ed anche da quante ore effettive il cuore ha smesso di battere).



In questo articolo: