Maxi inchiesta Twilight su giro di usura ed estorsioni: Prescrizione del reato e assoluzione per 73 imputati

La decisone è maturata al termine dell’udienza preliminare tenutasi presso l’aula bunker di Borgo San Nicola, dinanzi al gup Giovanni Gallo.

Prescrizioni dei reati e assoluzioni nel merito, per ben 73 persone al termine delludienza preliminare relativa alla maxi inchiesta “Twilight” su di un imponente giro di usura ed estorsioni, tenutasi ieri presso laula bunker di Borgo San Nicola, dinanzi al gup Giovanni Gallo.

Il giudice ha così accolto la richiesta del pm Valeria Farina Valaori che aveva chiesto in una scorsa udienza, il non luogo a procedere per la maggior parte degli imputati.

I nomi

Dunque, non doversi procedere per intervenuta prescrizione e assoluzione “perchè il fatto non sussiste”, in favore di: Paolo Bizzotto, 61 anni di Cavallino; Giuseppe Bolognese, 48 anni di Lecce; Pasquale Briganti, detto Maurizio, 41 anni, di Lecce; Livio Biagio Carafa, 56 anni, di Nardò; Antonio Caroppo, 63 anni, nato a Lecce, residente a Castrì; Damiano Caroppo, 55 anni, di Lecce; Massimo Caroppo, 52 anni, di Lecce; Sergio Caroppo, 54 anni, di Lecce; Giuseppe De Vergori, 53enne leccese; Alessandro Fago, 49 anni, di San Pietro Vernotico; Maurizio Marzo, 52 anni leccese; Antonio Alvaro Montinari, 49 anni, di Lecce; Massimo Paladini, 58 anni, di Lecce.

E ancora: Gianfranco Pati, 60 anni, di Monteroni; Fabio Persano, 53 anni, di Lecce; Giuliano Persano, 61 anni, di Lecce; Maurizio Persano, 59 anni, di Lecce; Stefano Persano, 47 anni, di Lecce; Giacomo Profilo, 71 anni di Campi Salentina; Stefano Profilo, 45 anni di Novoli; Lucio Riotti, 55 anni di carmiano; Luigi Sparapane, 62 anni, di Galatina; Paolo Tamborino, 54 anni, nato a Maglie ma residente a Roma; Ivo Venturi, 57 anni, residente a Fiano Romano; Miriam Allegrino, 34enne di Melendugno; Pamela Allegrino, 40 anni di Melendugno; Paolo Arnesano, 50 anni di Lecce; Antonio Lugi Buttazzo, 56enne di Castrì; Paolo De Flavis, 42 anni di Monteroni; Emanuele Giuseppe De Vita, 49 anni di San Pietro Vernotico; Umberto Pantaleo Didonfrancesco, 64enne di Castrì; Francesco Fantastico, 68enne di Nardò; Giuseppe Fantastico, 42 anni di Nardò; Giovanni Fiorentino, 56 anni, entrambi di Lecce; Vito Fusillo, 65enne di Noci ( Bari); Alessandro Greco DElia, 45 anni e Gaetano Greco, 65 anni, entrambi di Lecce; Clelia Jacobone, 61enne di Bari; Domenico Laneve, 60 anni di Monteiasi (Taranto); Sergio Leggieri, 60 anni di Lizzano (Ta); Alessandro Longo, 43 anni di Borgagne; Giovanni Longo, 68 anni di Surbo; Vittorio Mannino, 57 anni di Giorgilorio (Surbo); Antonio Mariano, 45 anni di San Cesario,Gianmario Matera, 43 anni di Riccione; Massimiliano Messinese, 43 anni originario di Taranto e residente a Milano, assistito dall’avvocato  Roberto Serio ed assolto, perché il fatto non sussiste; Domenico Miglietta, 54 anni di Trepuzzi; Angelo Musardo, 59enne di Lecce; Fernando Persano, 62 anni di Surbo; Franco Persano, 67 anni di Lecce, Giordano Persano, 54 anni di Squinzano.

E poi, Antonia Anna Profilo, 69 anni e Carmela Profilo, 44enne, entrambi di Campi Salentina; Dionira Profilo, 42enne di San Pietro Vernotico; Pasquale Ricciardi, 57 anni di Foggia; Egidio Steven Saracino, 39 anni di Martina Franca; Mario Scardicchio, 38 anni residente a Lecce; Annibale Tafuro, 63 anni di Campi Salentina; Fajton Tanushi, 34 anni di origini albanesi; Jhon Salvatore Tauro, 54 anni di Campi Salentina; Antonio Tortella, 59 anni di Bologna; Alessandro Verdosci, 47 anni di Campi Salentina, Adriano Vitale, 52 anni di Tuturano.

E ancora, Fabrizio Ferrari, 51 anni di Lecce; Valerio Guacci, 58enne di Lecce; Luca Marra, 56 anni di Sannicola; Giuseppe Mazzotta, 52 anni di Lecce, Rocco Mazzotta, 64 anni di Brindisi; Andrea Pepe, 64 anni di Lecce; Antonio Pompeo Ricchello, 53 anni di Casarano, Roberto Ricchello, 53 anni di Casarano; Giovanni Riotti, 53 anni di Lecce; Andrea Zecca, 45 anni di Lecce.

Invece per le restanti imputazioni e per altri imputati, il giudice a disposto il rinvio a giudizio, dinanzi ai giudici della seconda sezione collegiale. L’inizio del processo è previsto per il 1 febbraio 2021.

Nella richiesta di rinvio a giudizio della Procura, compaiono anche i nomi di: Remigio Garrafa, 48 anni, di Lecce; Maurizio Orsini, 63 anni di Castellana Grotte; Tiziana Abbruzzese, 47 anni di Castellana Grotte; Pietro Graziano De Simone, 47 anni di San Pietro Vernotico; Luigia Greco, 50 anni di Aradeo; Andrea Paglialunga, 41enne, Marco Paglialunga, 38 anni; Santo Paglialunga, 72enne e Tiziana Paglialunga, 42 anni, tutti di Aradeo; Antonio Schirinzi, 60enne di San Pietro in Lama; Giancarlo Tanieli, 56 anni di Lecce; Leidy Johanna Tigreros Reyes, 39 anni di orgini colombiane; Claudio Vetrugno, 49 anni di Novoli.

Invece, Mario Lagonigro, 75 anni, di Lecce e Maurizio Filoni, 42 anni di Lecce saranno giudicati con il rito abbreviato, in data 13 novembre.

Alessandro Verdosci, 47 anni di Campi Salentina, ha patteggiato la pena.

Per molti imputati era già caduta laccusa di associazione per delinquere di tipo mafiosa e concorso esterno in associazione di tipo mafioso finalizzata allusura.

Solo alcuni rispondevano di estorsione aggravata e usura, ma per la maggior parte di loro è intervenuta la prescrizione.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati: Giuseppe Bonsegna, Attilio De Marco, Luigi e Roberto Rella, Michele Palazzo, Filippo Orlando, Amilcare Tana, Francesco Spagnolo, Luigi Corvaglia, Giuseppe Corleto, Federica Conte, Marco Pezzuto, Federico Mazzarella De Pascalis, Benedetto Scippa, Gabriella Mastrolia, Ladislao Massari, Erlene Galasso, Vincenzo Magi, Tommaso Stefanizzo, Salvatore De Mitri, Stefania Sergi, Paolo Cantelmo, Alessandra Viterbo, Massimo Muci, Umberto Leo, Antonio Savoia, Pantaleo Cannoletta, Gabriele e Giovanni Valentini, Giuseppe De Luca.

Linchiesta

Nel novembre di tre anni fa, vennero sgominati tre gruppi ritenuti appartenenti alla Scu: Persano, Caroppo e Briganti. Già dopo la chiusura della maxi inchiesta “Twilight” è arrivata larchivazione per numerosi indagati. Inizialmente, il pm aveva notificato lavviso di conclusione delle indagini a ben 116 persone.

Dopo listanza della Procura, il gip ha disposto larchivazione, tra gli altri, per i fratelli Pasquale, 46 anni e Saverio De Lorenzis, 43enne di Racale.



In questo articolo: