Nardò e Cutrofiano: ordini di esecuzione della pena, eseguiti due arresti

Due ordini di esecuzione delle pena eseguite a Nardò e Cutrofiano ad opera dei carabinieri locali: uno per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, l’altro per evasione dagli arresti domiciliari.

Due distinte operazioni – comunicateci dal Comando Provinciale leccese – eseguite dai Carabinieri delle Stazioni di Nardò e Cutrofiano. I militari hanno arrestato due persone per altrettanti, ma in relazione a casi diversi, ordini di esecuzione della pena. Nel primo caso, gli operatori di Nardò hanno trasferito presso la Casa Circondariale di Lecce, a Borgo San Nicola, Pantaleo Gaballo, sessantenne neretino, condannato in via definitiva ad un anno ed otto mesi di reclusione con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I fatti , tutt'altro che recenti, risalgono a ben sette anni addietro, ovvero relativo al 2008.

Per quanto concerne il secondo episodio, invece, i carabinieri della stazione locale di Cutrofiano hanno arrestato Luigi Saracino, quarantaseienne del luogo, condannato a quattro mesi di reclusione in quanto accusato di evasione. L’uomo dovrà scontare la pena ai domiciliari. La condanna è la conseguenza del reato risalente nove anni fa, nel 2006. Il fatto – ci riferiscono fedelmente gli operatori – risale a quando durante di un controllo (pur sottoposto alla misura degli arresti domiciliari) non era stato trovato a casa poiché intento a scassinare la saracinesca di una tabaccheria a Caprarica di Lecce, venendo poi arrestato in flagranza di reato.