Omicidio Bianco. Autopsia fissata per domani

Sarà effettuata domani l”™autopsia sul corpo semi carbonizzato di Massimo Bianco. La morte del 41enne, noto alle forze dell”™ordine, resta ancora avvolta nel mistero.

Le indagini sull’omicidio di Massimo Bianco, il 41enne di Martano ritrovato senza vita in una campagna nel cuore della grecìa salentina, si stanno muovendo in più direzioni. Nessuna delle piste vagliate al momento può essere esclusa, neppure quella legata al suo passato che lo aveva reso noto alle forze dell’ordine per alcuni episodi di estorsione, usura e detenzione di stupefacenti.

In attesa di risposte, gli inquirenti stanno cercando di ricostruire gli ultimi movimenti della vittima in modo da trovare nelle sue ultime ore di vita il perché della sua morte. Le ultime telefonate, l’analisi delle celle telefoniche potrebbero risultare utili in questo senso così come le testimonianze di amici e conoscenti, raccolte in queste ore. Che cosa doveva fare Bianco in quel punto della Melendugno-Carpignano e perché si è fatto accompagnare lì da alcuni amici (l’uomo, infatti, era in attesa di riavere la patente che gli era stata ritirata perché sottoposto al regime di sorveglianza speciale)? Aveva appuntamento con qualcuno?

Ulteriori dettagli potrebbero arrivare dall’autopsia sul corpo semi carbonizzato del 41enne. L’incarico di effettuare l’esame è stato affidato dal procuratore aggiunto della Dda di Lecce, Antonio De Donnoal medico legale Roberto Vaglio che già sabato stesso si era recato sul luogo del ritrovamento. 



In questo articolo: