Presunto giro di prostituzione in due locali nella zona di Gallipoli, scatta una denuncia

Nel maggio scorso l’esposto presentato da un giovane del Nord Salento, mise in moto le indagini. Racconta che la sua ex fidanzata, oltre a lavorava come ‘ragazza immagine’ era costretta ad intrattenere i clienti offrendo loro prestazioni sessuali. Gli inquirenti verificheranno l’

Una scottante denuncia per una vicenda a "luci rosse" che potrebbe portare alla luce, un giro di prostituzione in un night ed in un resort nella zona di Gallipoli, ma che potrebbe anche concludersi in una bolla di sapone, nel caso in cui le "rivelazioni" risultassero  inattendibili.

L’indagine è partita alla fine di maggio, dall'esposto presentato da un giovane del Nord Salento, presso la Caserma dei Carabinieri della Compagnia di Campi Salentina. Il ragazzo racconta che la sua ex fidanzata, lavorava come "ragazza immagine" presso un night nel gallipolino. Il suo impiego consisteva in balli e spettacoli fino a tarda ora per allietare la clientela, ma secondo la versione del giovane, all'interno del locale sarebbe stata costretta a prostituirsi. In particolare, sarebbe stata obbligata dal buttafuori, a intrattenere i clienti offrendo loro prestazioni sessuali.

Naturalmente gli inquirenti procedono nelle indagini con estrema cautela, anche perché ci sarebbe un antefatto da prendere in considerazione, relativo alla giovane coppia: la rottura della relazione tra i due giovani, avvenuta prima che venisse presentata la denuncia in caserma.

In particolare, il ragazzo tempo fa, dopo essere stato lasciato da lei, sarebbe ritornato nel paese della sua ex e l'avrebbe riavvicinata per riallacciare il rapporto, bussando alla porta della sua abitazione.

Ella però lo respinse, chiedendo l’intervento dei Carabinieri. Da qui una serie di denunce presentate da ambo le parti, da cui emerse quasi casualmente, la scottante vicenda del presunto giro di lucciole nei locali notturni.

Non è escluso, però, alla lue di tutti questi retroscena, che si possa trattare di una ripicca del ragazzo nei confronti della ex per aver deciso di troncare il rapporto.

In ogni caso, i militari dell’Arma continuano ad investigare ed a verificare se nel presunto giro di prostituzione possa essere finita qualche altra ragazza e se ci possa essere dietro questo singolo seppur presunto caso, un vero e proprio mercato del sesso ben più ramificato.

Per ora non sarebbe stato ancora aperto un fascicolo dindagine, ma i Carabinieri dovrebbero trasmettere un’informativa in Procura nei prossimi giorni. Il prosieguo delle indagini accerterà la fondatezza della denuncia e permetterà di capire se in questi locali notturni, le ragazze immagine, oltre a ballare e magari a spogliarsi, fossero costrette anche sotto minaccia, a fare altro.