Ragazzo in bici investito da un auto lungo Via Imperatore Adriano: sta bene, solo tanto spavento

Nel pomeriggio odierno un’auto ha accidentalmente investito un ragazzo che viaggiava a bordo della sua bicicletta, a pochi passi dalla ‘Clinica dell’accendino’. Sta bene, per lui solo tanta paura. Sul posto 118 e Vigili Urbani per effettuare i rilievi del caso.

Solo tanto spavento, per fortuna. Nel pomeriggio odierno in Via Imperatore Adriano – poco prima dell'imbocco di via del Mare e dunque nelle immediate vicinanze della "Clinica dell'accendino" – un'automobile ha accidentalmente investito un ragazzo a bordo della sua bicicletta. Sul posto, un'ambulanza del 118, sopraggiunta per prestare i primi soccorsi alla vittima, sebbene – stando alle iniziali ricostruzioni – pare che costui non abbia riportato alcuna ferita. Più avanti, oltre ai sanitari, anche una volante della Polizia Municipale per effettuare semplicemente i rilievi del caso. Parliamo di un tratto stradale piuttosto trafficato, specie nel periodo natalizio. Vetture, motorini "sfreccianti", gente ansiosa di poter completare i regali da far trovare ai propri cari sotto l'albero. Insomma, in uno scenario così frenetico cadere nella confusione sembra tutt'altro che complicato, anzi.
 
Ovviamente, non si vuol legare affatto tale quadro appena descritto all'incidente accaduto oggi. Le dinamiche precise, infatti, si conosceranno solo e soltanto quando i Vigili Urbani avranno ricostruito ogni minimo dettaglio, magari ascoltando pure qualche testimone della scena, oltre che entrambi i conducenti coinvolti. Di certo, però, è possibile sottolineare come molto spesso le minime disattenzioni possano risultare decisive in determinate circostanze.
 
Peraltro, non si è nemmeno poi così lontani dal luogo in cui, nemmeno una decina di giorni addietro, un’automobile andò a smantellare letteralmente la pensilina dell’autobus situata a ridosso di via Liborio Romano, sempre nel capoluogo salentino.
 
E non molto tempo fa, tra l’altro, ADOC inviò una nota stampa alle redazioni locali in cui parlava di “stillicidio di pedoni e ciclisti investiti dalle auto”, annunciando la richiesta di un incontro col Prefetto.



In questo articolo: