Violenza e aggressioni alle Forze dell’ordine, chiude per 30 giorni un locale leccese

Negli scorsi mesi i residenti si erano più volte lamentati presentando degli esposti. Durante gli interventi delle Forze dell’Ordine si sono anche registrati atti di aggressione.

Serrande abbassate per il “Chillin Club Lecce”, situato in Vico dei Fieschi nel capoluogo salentino. Nel corso della mattinata di oggi, infatti, gli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale hanno notificato ed eseguito il decreto ex art. 100 T.U.L.P.S. emesso dal Questore della Provincia di Lecce che dispone 30 giorni di sospensione della licenza.

A motivare la decisione sono stati i numerosi esposti dei residenti che si lamentavano dell’attività, divenuta in breve tempo luogo di assembramenti e di ritrovo di giovani dediti all’uso di bevande alcoliche.

Sono stati molteplici gli interventi effettuati dalle Forze dell’Ordine che hanno registrato aggressioni, sia verbali che fisiche, atti di vandalismo, lancio di bottiglie oltre all’inosservanza della normativa per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Già le violazioni delle misure di emergenza covid erano valse al titolare delle sanzioni amministrative, tra cui la chiusura del locale per tre giorni. Inoltre, lo scorso 12 gennaio le Forze dell’Ordine sono intervenute per una violenta colluttazione scoppiata dinanzi al locale tra due soggetti, uno dei quali pregiudicato.

Ultimo, in ordine cronologico, nella notte tra il 7 e l’8 maggio, l’intervento di un equipaggio della sezione volanti, bersagliato con lanci di bottiglie e pietre, intervenuto a seguito di segnalazione di una moltitudine di giovani che urlavano per strada e saltavano sulle auto in sosta.