Trovato in mare il cadavere di una donna, si teme possa essere quello della 59enne scomparsa

La salma è stata trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, in attesa delle successive disposizioni del magistrato di turno. Nelle prossime ore sarà svelata l’identità del cadavere che potrebbe rispondere al nome della 59enne scomparsa venerdì sera.

Dopo quasi quattro giorni di agonia, ricerche e preoccupazioni, potrebbe esserci una svolta definitiva riguardo alla scomparsa di Giuseppina Liala Ponzo, la 59enne di Presicce, ma residente ad Ascoli Piceno, di cui si sono perse le tracce da venerdì sera scorso, intorno alle 23.30. Il condizionale è d’obbligo perché al momento non v’è alcuna certezza, ma le novità non sono per niente positive, anzi.

La donna, come detto, era scomparsa a Lido Marini venerdì notte e da allora nessuno aveva più avuto sue notizie. Oggi, intorno alle 13.30, è stato ritrovato al largo di Ugento il cadavere di una donna in mare. Le ricerche erano concentrate proprio in quella zona e, come detto, se l’ipotesi dovesse essere confermata, terminerebbero nel peggiore dei modi le ricerche della professionista 59enne. Ricerche che da più di tre giorni sono portate avanti ininterrottamente dal nucleo sommozzatori di Bari, dagli uomini della Capitaneria di porto e dai Carabinieri.

A quanto sembra dalle prime testimonianze ufficiali, il corpo esanime è stato notato a otto miglia dalla costa da un diportista, che ha subito lanciato l’allarme. Una motovedetta della guardia costiera ha subito raggiunto il tratto di mare indicato e ha recuperato il cadavere, di cui al momento si sa che appartiene solo ad una donna. Il processo di saponificazione non permetterebbe l’immediato riconoscimento.

Così come disposto dalla Procura, la salma è stata trasferita nella camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in attesa delle successive disposizioni del magistrato di turno. Nelle prossime ore, quindi, sarà svelata l’identità del cadavere e, quella che non sia la loro cara, resta l’unica speranza di familiari ed amici della 59enne marchigiana.



In questo articolo: