Il suo pitbull azzannò la nipotina. Ora ne combina un’altra, ubriaco non si ferma all’alt della Polizia

Al termine degli accertamenti si è scoperto che stesse guidando sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed ubriaco. Sul posto dello schianto, oltre agli agenti delle Volanti, che lo hanno inseguito per qualche metro, sono intervenuti gli operatori della Stradale ed il 118.

Dopo il morso del suo cane alla nipotina di appena tre anni a cui, purtroppo, è stato amputata un piede alcuni giorni fa, arrivano altri guai per il 22enne proprietario del pitbull, già denunciato a piede libero per omessa custodia di animali dopo quanto accaduto in quell’occasione.

Questa volta il giovane leccese, già precedentemente noto alle forze dell’ordine, si è messo in evidenza, si far per dire, per aver guidato ubriaco e senza patente (pare mai conseguita) e non essersi fermato all’alt della Polizia. L’episodio è avvenuto questa notte intorno alle cinque quando, con le imminenti prime luci dell’alba in arrivo, il 22enne stava percorrendo via Adriatica a Lecce e, dopo aver resistito ad accostare e non essersi fermato all’alt degli agenti, ha perso il controllo della sua auto e si è ribaltato.

Al termine degli accertamenti, effettuati immediatamente, si è scoperto che stesse guidando sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, in particolare marijuana e cocaina, e ubriaco. Sul posto dello schianto, in cui non sono stati coinvolti altri mezzi, oltre agli agenti delle Volanti, che lo hanno inseguito per qualche metro, sono intervenuti gli operatori della Stradale, per i rilievi del caso, e i sanitari del 118. Per il conducente nessuna grave ferita. È stato comunque condotto all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per essere sottoposto a tutti i prelievi e gli accertamenti, con non poche difficoltà. Pare, infatti, si sia rifiutato di effettuare determinati esami.

E dopo si è capito perché. Il prim’attore della vicenda di questa mattina, infatti, è lo stesso su cui pende la denuncia a seguito dell’episodio dell’1 giugno che ha visto sfortunata protagonista la nipotina a cui è stata amputata la parte inferiore della gamba dopo il morso del cane, di proprietà appunto dello zio.



In questo articolo: