Via vai di gente sotto casa in fila per la droga: finisce nei guai un agente di commercio leccese

Guai in vista per D.F.M, agente di commercio 38enne di Lecce, sorpreso dai Carabinieri mentre spacciava droga nei pressi della sua abitazione. A destare i sospetti nei militari, il flusso di gente che si recava dall’uomo per rifornirsi.

È stato il continuo flusso di gente a insospettire i Carabinieri della Compagnia di Lecce ai quali non è servito molto tempo per capire che nei pressi di una abitazione era stato allestito un fiorente spaccio di sostanze stupefacenti.
 
È quanto emerso nelle ultime ore durante i servizi di prevenzione e repressione dello spaccio di droghe da parte dei militari salentini che questa notte nel capoluogo barocco, hanno denunciato in stato di libertà D.F.M. . I Carabinieri del Nucleo Operativo dei Carabinieri sono risaliti all’uomo, 38 anni, agente di commercio già noto agli archivi delle Forze dell’Ordine. D.F.M. abitava al quinto piano di un condominio di via Vianney, la quale da diverso tempo riceveva più visite del solito. Il meccanismo era rodato e collaudato: dopo essersi incontrati con lo spacciatore, i clienti salivano a bordo della sua auto parcheggiata poco distante dalla sua abitazione per effettuare lo scambio per poi dileguarsi dopo pochi secondi nel buio della notte.
 
Un via vai continuo di gente che ha spinto i militari alla perquisizione all’interno dell’appartamento: i Carabinieri hanno rinvenuto sul tavolo della cucina più involucri in cellophane di colore bianco contenenti cocaina dal peso complessivo di gr. 5 circa ed altri involucri contenenti sostanza del tipo “hashish” dal peso complessivo di 10 grammi.
 
All’interno dell’abitazione veniva rinvenuto, inoltre, tutto materiale per il confezionamento delle dosi ed un bilancino di precisione. Il tutto già predisposto sul tavolo da lavoro. Infine, sono stati scovati 450 euro in contanti in banconote di vario taglio, dal sospetto provento della attività di spaccio. La perquisizione si è conclusa con il sequestro di quanto rinvenuto.



In questo articolo: