Il capolavoro di Renzi stravolge l’Europa

Renzi schiacciasassi, Grillo ridimensionato, Berlusconi in ritirata. Il quadro ormai è¨ chiaro la politica italiana punta sui giovani. L’unico guerriero ancora in corsa in Forza Italia e Raffaele Fitto.

Oggi il leader politico più forte nell’Unione europea è italiano e si chiama Matteo Renzi. Il risultato elettorale non da adito a interpretazioni troppo audaci. Basta scrivere 41 per cento per rendersi conto della portata del successo del Pd e del ruolo strategico giocato da Renzi.
Il segretario del Pd e presidente del Consiglio sbaraglia il campo, strappa dalla faccia i sorrisi beffardi di coloro che lo hanno definito un bamboccio, mentre chi lo chiamava “ebetino” oggi si nasconde per la vergogna.

I 5 Stelle infatti, non solo non straripano ma arretrano, rispetto ad un anno fa, e Renzi è il primo artefice della brutta figura elettorale di Beppe Grillo.
Forza Italia sembra un partito in liquidazione con Berlusconi sempre più piegato sulle gambe, mentre l’unico in grado di tenere alta la testa e la bandiera e l’ex ministro salentino Raffaele Fitto che raggiunge un risultato devastante per portata numerica e significato politico. Insomma Fitto è l’uomo di punta del partito di Berlusconi, adesso il Cavaliere dovrà leggersi bene le schede elettorali, prima di capire se e con chi Forza Italia potrà avere un tempo dinanzi a sé.

L’ultima considerazione riguarda l’Europa, perché nessuno aveva previsto un’esplosione renziana di tale portata. Le cancellerie europee adesso avranno meno occasione di fare ironia sulla vecchia Italia, mentre l’ex sindaco di Firenze rafforza in una sola notte la tenuta del suo Governo e l’immagine del Paese.
Dicono che il più felice fra tutti gli italiani sia il presidente della Repubblica, il quale avrebbe chiamato subito lo stessi Renzi per dirgli grazie.



In questo articolo: