Uscito “Ciao Amore, il nuovo singolo di Flavio Leo e Riccardo d’Ostuni

Scritto da Anna Pano e arrangiato da Gabriele Cavalera e Giuseppe Ciccarese, è una lunga lettera che il protagonista dedica alla sua amata.

È disponibile da ieri, lunedì 24 gennaio su YouTube e su tutte le piattaforme digitali, “Ciao Amore”, il nuovo singolo di Flavio Leo e Riccardo d’Ostuni

Classe anni 90, due timbri vocali totalmente differenti, Flavio Leo, nato in Svizzera e ora residente a Collemeto, vanta alle spalle una carriera nel reggae salentino e oggi nel pop italiano. Diversi i successi collezionati con i suoi brani, tra cui “Di colori e di Te” e “Cha Cha Cha”.

Di Copertino, invece, Riccardo D’Ostuni, cantante lirico, Diplomato presso il conservatorio Tito Schipa di Lecce, membro del coro lirico di Lecce. Ha partecipato a svariati concerti e opere in Italia e all’estero, in particolare in Cina e Giappone, con artisti di fama internazionale.

Presto le strade di questi due artisti salentini si sono quindi incrociate dando vita ad un nuovo percorso, segnato per ora da tre inediti: “Amo”, “Una Madre” e l’ultimo brano “Ciao Amore”.

“Ciao Amore”, brano scritto dall’autrice Anna Pano e arrangiato da Gabriele Cavalera e Giuseppe Ciccarese, è una lunga lettera che il protagonista dedica alla sua amata prima che il suo cuore cessi di battere. Ricorda i momenti più belli: quando ha saputo che sarebbe diventato papà e quando ha deciso di chiederla in sposa.

Una storia d’amore che trova luce nel videoclip, girato dal videomaker Manuel Lopez, tra la palestra di boxe di Giuseppe Carafa (nei panni del protagonista), che ha sede a Matino e il cuore di Nardò, precisamente nei pressi la giostra che ha illuminato il Natale dei neretini. Immagini toccanti, forti, ma al tempo stesso che trasmettono quel messaggio forte e chiaro: che non bisogna mai dare nulla per scontato, perchè la vita è imprevedibile. Un messaggio semplice ma non banale. Se sentiamo il desiderio di dare un abbraccio, di dire un ti voglio bene, facciamolo, non aspettiamo che poi tanto c’è tempo per dirlo, perché nessuno, sa quanta sabbia abbiamo nella nostra clessidra o in quella delle persone che amiamo.

Lo sa bene il protagonista quando, colpito dal suo male, tenta di scrivere le sue ultime parole alla sua compagna di vita (l’attrice Carmen Puscio), giurandole che nonostante tutto avrebbe continuato a vegliare su di lei e sul frutto del loro amore.

 



In questo articolo: