Il “Rudiae International Music Festival” saluta, Dee Dee Bridgewater chiude la rassegna

Si è svolto ieri l’ultimo concerto dell’evento organizzato e prodotto dall’associazione culturale “Club delle Idee”. Ospite dell’ultima iniziativa la celebre cantante statunitense.

Si è concluso con un grande successo di pubblica e critica la prima edizione del “Rudiae International Music Festival”, organizzato e prodotto dall’associazione culturale “Club delle Idee”, presieduta da Marisa Mola e la supervisione di Paolo Tittozzi; direzione artistica e musicale del noto e geniale violinista e compositore Alessandro Quarta.

Il progetto nasce proprio dall’incontro tra il maestro Quarta, che ha scritto e arrangiato tutti i brani dei concerti e la Maxima Orchestra, una eclettica formazione musicale composta da 30 elementi che vanta numerose esibizioni.

Dopo le collaborazioni con gli ospiti internazionali: Sarah Jene Morris, Mario Rosini, Mike Stern, James Taylor Quartet, ieri è stata la volta di Dee Dee Bridgewater.

Dee Dee nome d’arte di Denise Eileen Garrett è una nota cantante statunitense, considerata una delle eredi femminili del Jazz.

Dopo numerose collaborazioni con artisti internazionali, si è esibita come superospite al Festival di Sanremo nel 1998 cantando “Till The Next Somewhere” insieme a Ray Charles. Successivamente nel 1990 torna sul palco di Sanremo dove interpretò fuori gara “Angel Of The Night”, la versione in inglese del brano “Uomini soli” con il quale i Pooh vinsero il Festival e, nel 1991, interpretò, sempre fuori gara, il brano “Just Tell Me Why”, versione in inglese del brano “Perché lo fai” che valse il terzo posto a Marco Masini.

Nel corso della sua esibizione di ieri sera l’artista ha ripercorso la sua decennale carriera e il pubblico ha accolto i due artisti con grande entusiasmo.



In questo articolo: