Un anno fa a Sanremo era primo Maggio

Con la canzone ‘Mi servirebbe sapere’ il salentino Antonio Maggio vince il festival di Sanremo 2013 nella categoria Giovani. Accadeva esattamente un anno fa.il 15 febbraio 2013.

«Antonio Maggio vince il Festival di Sanremo nella sezione giovani!». Era il 15 febbraio 2013. Esattamente un anno fa. “Primo Maggio!", il gioco di parole era stato fin troppo facile per Luciana Littizzetto, durante la proclamazione del vincitore. Pochi minuti dopo l’annuncio, calato il sipario sul teatro Ariston, sul web già circolavano i primi articoli. Lui, il giovane salentino partito da Squinzano in gara con «Mi servirebbe sapere» aveva conquistato tutti, critica compresa. Si era imposto su  Renzo Rubino che dalla sua aveva un testo bellissimo. Era riuscito persino ad oscurare l'incantevole voce di Ilaria Porceddu.

Calato il buio sul teatro Ariston quando mezzanotte era passata da un pezzo su di lui si sono accesi, immediatamente, i riflettori della popolarità. È vero, il suo era un volto noto. Aveva già partecipato ad un programma televisivo, peggio ad un talent show, conosceva bene le dinamiche che stanno dietro alla facciata, non era proprio "sconosciuto" al grande pubblico! Aver partecipato ad X-Factor è un'etichetta che difficilmente riesci a toglierti di dosso, soprattutto quando assume un'accezione negativa. Ma il Festival di Sanremo è un’altra storia. Quello che è venuto dopo non è dipeso da una prima serata su Rai1, né da una partecipazione ad un talent show.

In tutte le interviste rilasciate, in ogni articolo scritto una parola ha dominato su tutto: "meritatamente"! Quel "meritatamente" era un sentimento condiviso perché Antonio quella statuetta se l'è sudata, con il suo sorriso alla Joker (come era stato definito da alcuni), con la sua bravura indiscussa, con la sua umiltà e disponibilità, con la sua grinta, con la sua tenacia, con la sua voglia di mettersi sempre in gioco e di ricominciare nonostante le difficoltà! 

«Oggi per me é un giorno speciale: esattamente un anno fa succedeva una cosa fichissima, una di quelle che ti cambiano la vita e ti fanno credere che iniziare a realizzare i propri sogni non é poi così impossibile…». In un post affidato alla pagina ufficiale facebook sono racchiuse tutte le emozioni di quel momento.

365 giorni dopo Antonio è sempre Antonio e se «Nonostante tutto», il suo primo disco, è stato un successo nulla impedisce che non possa essere così anche per il secondo album di inediti.

E manca poco, pochissimo… parola di Maggio!