150 anni di Consiglio Comunale, un 2015 pieno di eventi

Lo slogan adottato a livello nazionale per i 150 anni del Consiglio Comunale è ‘Celebrare per Conoscere’. In programma ci sono numerose attività che avranno come protagonisti soprattutto i giovani.

Un’esecuzione musicale dell’Orchestra giovanile del Conservatorio di musica Tito Schipa siglerà lunedì 19 gennaio alle ore 17 l’apertura dei lavori del 2015 del Consiglio Comunale di Lecce. L’avvio delle sessioni annuali con un incontro musicale nella sala consiliare della residenza municipale aprirà le celebrazioni del 150° Anniversario dell’insediamento dei Consigli Comunali nella città di Lecce. Il 29 marzo 1865 fu varata la legge n.2248 per l’unificazione amministrativa che comprendeva sei provvedimenti tra cui quelli riguardanti l’amministrazione comunale e provinciale.

Lo slogan adottato a livello nazionale per i 150 anni del Consiglio Comunale è “Celebrare per Conoscere”. In programma ci sono numerose attività che avranno come protagonisti soprattutto i giovani. L’obiettivo, infatti, è quello di rilanciare il ruolo del Consiglio per riavvicinare i giovani alla politica e far comprendere che essa dipende dal comportamento di coloro che la esercitano.

“Per un futuro orgoglioso delle nuove generazioni è necessario che il nostro agire sia basato sulla responsabilità, sull’autonomia, sulla giusta solidarietà, sulle finanze pubbliche sane affinché, essi possano crescere nei valori della nostra Costituzione, nella libertà e nella democrazia”. Queste le parole del presidente del Consiglio comunale di Lecce, Alfredo Pagliaro che ha tenuto una conferenza stampa, questa mattina a Palazzo Carafa, alla quale hanno partecipato anche due esponenti del consiglio attuale, Daniele Montinaro per la maggioranza e Paolo Foresio per la minoranza, nella quale ha spiegato gli eventi che si cercherà di intraprendere quest’anno per onorare la ricorrenza dei 150 anni di Consiglio Comunale.

“In questa occasione voglio rivolgere – dice Pagliaro – un ringraziamento ai Sindaci e agli Amministratori tutti che si sono avvicendati negli anni per l’impegno profuso nell’interesse della città. Cercheremo, infatti, degli incontri con tutti coloro che sono ancora vivi. Ai colleghi Consiglieri, al Sindaco e alla Giunta, nella sua composizione odierna, auguro un proficuo lavoro supportato dall’aiuto dei dipendenti tutti che con grande preparazione e professionalità collaborano ogni giorno nell’interesse della collettività”.

Ci saranno altre iniziative per cercare di avvicinare i più piccoli alle istituzioni e alle politiche. Due incontri con il consiglio comunale dei ragazzi per cercare di confrontarsi con i più giovani. Un ruolo importante, poi, lo avranno le scuole che ritorneranno a far parte di alcune commissioni per chiedere se c’è la possibilità di intervenire su alcuni argomenti più interessanti per i loro gusti. Il presidente Pagliaro commenta questa scelta e dice: “L’aula consiliare è luogo privilegiato di democrazia, ambiente naturale in cui attraverso il dialogo ed il confronto si può e si deve contribuire al progredire della nostra comunità. Se all’interno dell’aula alla maggioranza spetta il compito di amministrare con correttezza il Comune, alla minoranza spetta quello di esercitare il controllo democratico; primo obiettivo del Consiglio è quello di non tradire le aspettative di benessere e sviluppo della nostra comunità, garantendo attraverso un dialogo collaborativo e costruttivo una politica di prossimità”.



In questo articolo: