Berlusconi pensa alla Poli Bortone per arginare i ‘traditori’ fittiani

Secondo indiscrezioni confermate oggi, Berlusconi avrebbe chiesto alla ex senatrice Adriana Poli di raccogliere la sfida alle Regionali e guidare Forza Italia. La ‘Signora’ potrbbe diventare il contropeso politico in chiave anti Schittulli.

La conferma arriva anche da ambienti fittiani, secondo voci delle ultime ore Silvio Berlusconi avrebbe chiamato Adriana Poli Bortone per invitarla a valutare l'ipotesi di una sua candidatura  alla presidenza della Regione Puglia.

Un pallino fisso insomma per il leader azzurro che vorrebbe un nome forte da contrapporre a Francesco Schittulli, diventato ormai il candidato dei dissidenti di Raffaele Fitto. La preoccupazione di Berlusconi, che non sembra essere fantascienza, è  che Raffaele Fitto, portando alle estreme conseguenze lo scontro interno al partito, voglia fare di tutto per condurre  Forza Italia ad una catastrofica sconfitta elettorale (ecco perchè le condizioni poste dall'europarlamentare magliese per l'appoggio al candidato di Forza Italia sono parse irricevibili ad Arcore), cosa che senza un candidato adeguato appare non solo possibile ma anche molto probabile, soprattutto se il candidato dovesse coincidere con la figura del commissario regionale Gino Vitali. Ecco perché  Berlusconi punterebbe ad un candidato qualificato e riconosciuto, in grado magari di pescare consensi nell'entourage di Fitto. Insomma l'ipotesi di ricompattamento non esiste più, è uscita dai radar. La rottura non è sanabile e Michele Emiliano corre troppo veloce verso Lungomare Nazario Sauro.

Quindi Adriana Poli tornerebbe alla ribalta dopo qualche anno passato in ombra, a seguito anche dei colpi assestati da Fitto per escluderla da possibili profili di leadaership, un ritorno che potrebbe rappresentare il punto finale di un percorso politico evidentemente incapace di immaginae un rinnovamento e un ricambio generazionale. Nessuno può  discutere sulla capacità  e la statura politica della Poli Bortone, probabilmente l'ultima tigre nella politica pugliese, ma è  altrettanto chiaro che si tratta di una scelta disperata dell'ultimo momento.

Berlusconi ci aveva già  provato 5 anni fa, quando in tutt'altra stagione, il Cavaliere tentò  di candidarla alla presidenza della Regione, scontrandosi proprio col muro di fuoco di Fitto che impose il suo colonnello di fiducia Rocco Palese. Purtroppo per Berlusconi e Forza Italia le cose andarano male a Palese, e forse l'ex presidente del Consiglio è  rimasto con l'amaro in bocca e la dolce speranza di una possibile affermazione di un suo ex ministro di vent'anni prima.

Ma chissà  se la Poli intenderà  scendere in campo in una partita che sembra persa per tutti. I sondaggi delle ultime ore danno Forza Italia al 13 per cento. Una percentuale più  alta in Puglia, ma interamente ascrivibile alle quote sociali di Raffaele Fitto.



In questo articolo: