Ennio Mario Sodano è il Commissario prefettizio di Lecce. Guiderà la città fino alle prossime elezioni

Casertano 65enne svolge la carriera prefettizia dal 1982. È stato Prefetto di Vibo Valentia, Padova e Bologna. Amministrerà il capoluogo con i poteri del Sindaco.

Sono trascorsi meno di quattro giorni da quel 7 gennaio, data in cui, al termine del Consiglio Comunale nel quale l’Assise ha approvato la manovra di bilancio pluriennale, Carlo Salvemini, resosi conto di non avere più una maggioranza per governare, ha rassegnato le dimissioni. Avrebbe avuto venti giorni di tempo per ratificarle o ritirarle, ma i 17 consiglieri di centrodestra, una mezz’ora dopo, davanti al Notaio, si dimettono in massa ponendo fine alla Consiliatura e consegnando, fino alle prossime elezioni di maggio, l’amministrazione del Capoluogo al Commissario Prefettizio.

Dalle 14.02 di oggi, quel Commissario Prefettizio ha un nome. Si tratta di Ennio Maria Sodano, Prefetto in quiescenza che da oggi svolgerà le funzioni di primo cittadino

Nella carriera prefettizia dal 1982

Casertano – anche se è nato a Bari – classe ’52, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Federico II di Napoli, coniugato e padre di due figli.

Entra nella carriera prefettizia nel 1982 e come primo incarico viene destinato a Grosseto, dove vive tutt’ora.

Nel marzo 1998 assume le funzioni di Capo di Gabinetto della Prefettura di Perugia. Il 29 settembre 2003 è Vice Prefetto Vicario di Firenze e nel febbraio 2006 viene nominato Vice Prefetto Vicario di Milano.

La nomina a Prefetto

Nominato Prefetto il 20 luglio 2007 ottiene l’incarico di Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Locale Napoli 4, sciolta per infiltrazioni della criminalità organizzata.

Dal 31 dicembre 2007 è Prefetto di Vibo Valentia; dal primo settembre 2009 Prefetto di Padova e dal 30 dicembre 2013 di Bologna.

Dal 15 maggio 2017 al 31 dicembre 2018 è stato Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Numerosi i riconoscimenti ricevuti

È stato insignito della medaglia di bronzo al valor civile per un’operazione di protezione civile (l’incendio di una fabbrica di esplosivi), ha ricevuto encomio formale per l’attività svolta nel terremoto dell’Umbria ed è Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana.

Con lo stesso decreto sono stati, altresì, nominati i subcommissari. si tratta del Viceprefetto Vicario di Via XXV Luglio, Guido Aprea, che avrà funzioni di vicario; Rosa Maria Simone, Dirigente dei servizi economico finanziari e il Viceprefetto Marilena Sergi.

Gli auguri di benvenuto e buon lavoro al Commissario prefettizio, giungono dal coordinatore cittadino del Movimento Regione Salento, Giulio Serafino: “A nome di tutto il Coordinamento Cittadino del Movimento Regione Salento, voglio dare il benvenuto nella nostra città al nuovo Commissario della città, il Dott. Ennio Mario Sodano. A lui, uomo dallo spiccato senso delle Istituzioni, spetta ora guidare Lecce fino alla data delle prossime elezioni.

Un compito certamente non semplice: non solo per il clima politico che si respira in città, ma anche e soprattutto per le tante grane che l’Amministrazione Salvemini ha lasciato lui eredità.

Nei prossimi mesi, infatti, al Commissario Sodano spetterà una ordinaria amministrazione non di poco conto: con gli ultimi Consigli Comunali, sono rimasti ancora tutti da capire i nodi operativi per quel che riguarda le sorti dei dipendenti della Lupiae, c’è una manovra di bilancio approvata ma tutt’altro che chiara, senza dimenticare le tante carenze strutturali e infrastrutturali in cui versa la nostra città. Da ultimo, c’è da rivedere la viabilità urbana, divenuta in questi ultimi mesi un vero e proprio rebus.

Al Commissario Sodano rivolgiamo il nostro più sincero augurio di buon lavoro, certi che una personalità del suo spessore saprà condurci al meglio alle prossime elezioni amministrative”.