Salviamo la Ico Tito Schipa, ma occhio alle truffe porta a porta

Dalla Provincia di Lecce arriva l’appello a fare attenzione alle richieste di denaro porta a porta. Si può contribuire solo con donazioni in banca, negli uffici postali e tramite paypal, ovvero mediante le vie già ampiamente comunicate.

Da giorni è attivo il numero di conto corrente postale 001024006601 su cui si possono effettuare i versamenti per salvare la Ico dalla chiusura. Una soluzione che si aggiunge alla possibilità di donare mediante bonifico su conto corrente bancario Banca Popolare Pugliese “Save the Orchestra” IT07 Q052 6216 080C C080 1233 594, e attraverso Paypal, accedendo sia dal portale della Provincia di Lecce (www. provincia.le.it, dal sito tematico Ico Tito Schipa) che dalla pagina facebook della Fondazione (icotitoschipafunpage).
 
Purtroppo, però, mentre tanti cittadini sensibili si stanno mobilitando insieme alle istituzioni locali per sostenere la campagna di salvataggio dell’Orchestra Ico Tito Schipa, arrivata oggi a quota 3896 euro, alcune persone senza scrupoli approfittano dell’occasione per raccogliere denaro non a questo scopo.
 
Nelle ultime ore, infatti, gli organi amministrativi della Fondazione hanno ricevuto alcune segnalazioni riguardanti rappresentanti di inesistenti associazioni che stanno chiedendo denaro porta a porta per sostenere l’Orchestra. Gli incresciosi episodi sono diventati oggi stesso oggetto di denuncia alle forze dell’ordine.
 
Da palazzo dei Celestini, quindi, l’invito a diffidare di chiunque a qualsiasi titolo chieda soldi porta a porta in favore dell’Orchestra, perché le uniche modalità per contribuire in sicurezza alla campagna “Per non uscire dalle scene. Save the Orchestra” sono solo e soltanto quelle ufficiali.



In questo articolo: