​Lega Pro gir. C, il Foggia riacciuffa la vetta: quattro squadre chiuse in 2 punti. Bagarre anche in coda

La sconfitta del Lecce riavvicina il gruppone di testa: del ko dei giallorossi a Catania ne approfittano Foggia, Juve Stabia e un super Matera. Bene ancora il Fondi, rialza la china la Virtus Francavilla. Sconfitta per Casertana, pari per il Taranto ad Agrigento.

tifosi-matera

Che giornata in Lega Pro! Nel Girone C, quello del Lecce, in particolare, il turno chiusosi ieri sera ha regalato nuove emozioni, rimescolando le carte e rimettendo tutto ancora più in bilico. Siamo solo alla decima giornata, ma sia in testa che in coda è bagarre.
 
Nei piani alti, ad accorciare la classifica ci ha pensato il Lecce, anzi il Catania. I siciliani, infatti, hanno stoppato i salentini al 'Massimino' con un 2-0 che ha il sapore di rinascita. Dopo un primo tempo tirato dove nessuna delle tue compagini hanno impensierito particolarmente i portieri avversari, nella ripresa gli etnei sono riusciti a passare in vantaggio grazie a un tiro di Silva deviato beffardamente in rete da Tsonev. Dopo due minuti Di Grazia trova la via del raddoppio e per i salentini, che fino a quel momento avevano retto bene, è notte fonda. La prima sconfitta stagionale non priva il Lecce del primo posto che però adesso è costretto a condividerlo con il Foggia.
 
I 'Satanelli', infatti, si sono imposti nel derby contro il Monopoli davanti al pubblico amico, tornato a popolare gli spalti dello 'Zaccheria' dopo le giornate di squalifica. La truppa di mister Stroppa torna subito alla vittoria dopo lo stop di otto giorni fa: Vacca e Rubin permettono ai foggiani di chiudere il primo tempo sul doppio vantaggio. Inutile nella ripresa il 2 a 1 di Montini per i 'Gabbiani' biancoverdi: nel finale i padroni di casa trovano le reti di Padovan e Maza. I rossoneri, quindi, si riprendono il primo posto e lunedì prossimo al 'Via del Mare' sarà super big-match al vertice.
 
Si rifà sotto anche la Juve Stabia che, dopo i quattro gol rifilati al Foggia, vince anche in trasferta il derby contro la Paganese. 1-2 il risultato finale, con Ripa che apre le danze in favore delle 'Vespe', poi nel secondo tempo Izillo raddoppia, con Camilleri che tenta di riaprire le sorti della sfida.
 
Scoppiettante vittoria in trasferta anche del Matera che si conferma tra le principali candidate al salto di categoria grazie a uno scatenato Negro. Il bomber materano, infatti, rifila tre gol alla Reggina, giunti tutti nel primo tempo. I granata si illudono soltanto con le reti di Porcino, l'autogol di Ciro De Franco e la rete di . Nel finale però arrivano anche i gol del neo entrato Carretta, Iannini e che rilanciano ulteriormente i lucani, al momento a -2 dalla cima della graduatoria (e con il miglior attacco del torneo dopo le sei reti di ieri). Nel gruppone di testa a perdere contatto è invece il Cosenza che cede il passo alla Fidelis Andria. In terra pugliese Cruz Pereira nel primo tempo e Rada nel secondo costano il terzo stop stagionale per i calabresi.
 
Chi invece continua a sorprendere è l'Unicusano Fondi: i laziali hanno centrato la seconda vittoria di fila in casa contro il Siracusa. Di Tiscione e Varone i gol che valgono i 2 a 0. Cade la Casertana in trasferta a Messina: succede tutto nel primo tempo con l'uno-due siciliano firmato Madonia e Rea. Ad accorciare la distanze ci pensa Corado.
 
Rialza la china anche la Virtus Francavilla di mister Antonio Calabro che, dopo lo stop contro il Lecce, torna al successo, in casa, contro la Vibonese. Dopo uno sciolabo primo tempo, la gara si infiamma nella ripresa: Galdean porta avanti i brindisini, arriva il pari di Saraniti, ma poi i padroni di casa dilagano con Idda e Alessandro.
 
Due i pareggi di giornata, infine: sono quelli tra Akragas e Taranto (1-1) e di Catanzaro-Melfi (2 a 2).
 
CLASSIFICA: Lecce e Foggia 23, Juve Stabia 22, Matera 21, Cosenza 19, Monopoli 17, Fondi 14, Andria, Casertana e Akragas 12, V.Francavilla e Reggina 11, Paganese, Taranto e Messina 10, Catania e Catanzaro 8, Siracusa 7, Vibonese e Melfi 6.
 
PROSSIMO TURNO
(11^ giornata, 30/31 ottobre)
Siracusa-Andria
Catania-Paganese
Melfi- Virtus Francavilla
Monopoli-Catanzaro
Taranto-Messina
Vibonese-Reggina
Casertana-Fondi
Juve Stabia-Cosenza
Matera-Akragas
Lecce-Foggia (lun. 31 ottobre h. 20.45).



In questo articolo: