Bomber Lattanzio non basta: col Serpentara è 1-1, terzo pareggio consecutivo del Nardò

Partita timorosa del Nardò che in casa fa 1-1 col Serpentara, rimediando il terzo pareggio consecutivo. Non basta il gol di bomber Lattanzio. Dopo il pareggio ospite, però poche occasioni create dai granata.

Alla dodicesima giornata di campionato il Nardò ottiene il terzo pareggio consecutivo contro il Serpentara ma non ha nulla da recriminare in quanto la squadra laziale ha avuto le occasioni migliori della partita meritando ampiamente il risultato.
 
Dopo il minuto di raccoglimento in memoria delle vittime degli attentati di Parigi, allo stadio "Le Rose" di Genazzano il Nardò parte in maniera più propositiva alla ricerca del gioco sulle fasce senza però trovare particolari sbocchi in avanti. Al 15'  Palmisano va sul fondo e crossa, Cervini chiude in calcio d'angolo. Sul successivo tiro dalla bandierina, Ricciardo colpisce di testa ma Saccucci blocca. Al 21' il Nardò rischia grosso: uno svarione difensivo di Allegrini consente a De Julis di andare al tiro, Chironi salva in angolo. Sugli sviluppi del corner, Comini manca la deviazione vincente da posizione favorevole.
 
Dopo il pericolo scampato, il Toro si proietta in avanti ma senza riuscire a trovare il bandolo del gioco. Al 43' pasticcio a centrocampo tra Lanzillotta e Mancarella, l'attaccante laziale Comini conquista il pallone, si invola verso la porta e tira, Chironi salva e tiene in piedi i granata. Il primo tempo si chiude a reti inviolate con un Nardò volitivo e proiettato in avanti ma è il Serpentara ad essere andato più vicino al vantaggio. 
 
In apertura di ripresa i granata si rendono subito pericolosi. Al 47' Presicce scende sulla fascia, si accentra e tira ma Saccucci respinge. Al 49' punizione di Lanzillotta parata ancora da un reattivo Saccucci. Al63' il Toro passa in vantaggio: Malcore se ne va sulla destra e appoggia al centro, il bomber Lattanzio non perdona. Il Serpentara non sta a guardare e reagisce subito. Al 65' Comini tira dalla distanza, il pallone si spegne di poco a lato. Al 71' i laziali vanno vicinissimi al pareggio: Quatrana va al tiro e colpisce la traversa, sulla ribattuta Comini non riesce a mettere dentro. Gli uomini di mister Ragno provano a rallentare il ritmo con un prolungato possesso palla ma il Serpentara non demorde e all'81' perviene al pareggio. Comini se ne va sulla fascia destra e mette al centro, Allegretta trova la deviazione vincente.

I granata rinunciano al gioco e chiudono sulla difensiva conquistando un fortunoso pareggio che consente di mantenere il primato il classifica ma vede assottigliarsi ad un solo punto il vantaggio sulla Virtus Francavilla. Il Nardò gioca la peggior partita della stagione e alla fine i calciatori granata escono dal campo tra i fischi e la contestazione dei propri tifosi.



In questo articolo: