Lecce, alla ripresa si presenta Tachtsidīs: “Progetto importante e persone serie. Qui per vincere”

Il centrocampista greco è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa. questo pomeriggio ripresa degli allenamenti in vista della sfida contro il Benevento.

E’ tempo di tornare in campo per il Lecce che dopo le meritate vacanze natalizie, si ritroverà questo pomeriggio a Martignano per riprendere gli allenamenti in vista del girone di ritorno. Chiusa la prima parte di campionato con l’incredibile soglia raggiunta dei 30 punti, ora c’è guardare al primo impegno dell’anno: sabato prossimo, 19 gennaio, allo stadio “Via del Mare” arriverà il Benevento, altra compagine in lizza in zona playoff.

Ma le voci, i rumors e le attenzioni della ultime ore sono riservate tutte al calciomercato. Il Lecce è impegnato soprattutto a sfoltire la sua rosa, ma nel primo giorno utile di contrattazioni ha ingaggiato l’esperto centrocampista Panagiotis Tachtsidīs, già conoscitore del calcio italiano. Arriva in prestito dal Nottingham Forest, squadra della Serie B inglese, anche se quest’anno non ha mai giocato. Non scende in campo dalla scorsa stagione, quando vestiva la maglia dell’Olympiakos. Oggi il greco classe ’91 si è presentato alla stampa. 

A fare i consueti onori di casa, come sempre il Direttore Sportivo, Mauro Meluso: “Lo seguivamo da un po’ di tempo e sono veramente contento che sia arrivato, riteniamo che lui faremo un salto di qualità, oltre che per questi sei mesi anche per un ulteriore periodo.

A dicembre ero venuto a conoscenza del fatto che volesse fare ritorno in Italia e quindi mi sono recato a Nottingham , ho cenato con lui e sono rimasto impressionato dalla sua motivazione, che ha circostanziato con i fatti venendo incontro a tutte le richieste. Abbiamo stipulato un contratto semestrale, con obbligo di riscatto in caso di promozione, ma anche con il diritto di riscatto. Abbiamo studiato una formula ampia che ci dà la possibilità di programmare il futuro”

Poi preso la parola il 27enne centrocampista ellenico: “Sicuramente è difficile giocare dopo sei mesi di inattività, ma ho lavorato bene, sto bene e sono pronto a dare il mio contributo, anche se al momento non per 90 minuti”

Posso ricoprire tutte le posizioni del centrocampo, ma ho sempre giocato come centrale, se l’allenatore mi chiederà di svolgere qualche altro ruolo lo farò con piacere.

L’esperienza inglese non è stata delle migliori,  è un Paese in cui non si fa tattica e io ero abituato a farla, ma adesso sono qui e sono pronto a fare bene. In questi mesi non ho giocato per questioni tattiche e ambientali e non fisiche.

Ancora devo conoscere il gruppo, ma ne parlano tutti bene perché prima di accettare mi sono informato. Liverani? Ci ho parlato solo telefonicamente, ma oggi lo incontrerò durante l’allenamento.

Ancora non conosco Lecce, quando ero in Italia non c’è stata la possibilità di giocarci contro o perché i giallorossi si trovavano in Serie A e io in B o viceversa.

Non ho rivincite da prendere, quando ero in questo Paese ho cambiato ogni anno squadra perché sono stato sempre in prestito, ma adesso sono qui, ho forti, fortissime motivazioni, ho avuto modo di vedere un progetto importante e sono pronto a tornare nella massima serie con questi colori.

Ho avute altre proposte, anche in A ma, ripeto, ho visto un progetto importante e persone serie e non ho avuto dubbi”

Tachtsidīs, come noto, ha già giocato in Italia con le maglie di Grosseto, Verona e Torino, ma le sue stagioni migliori le vive con le maglie di Roma, Genoa e Cagliari. In totale, conta 97 presenze in Serie A e 47 in cadetteria. È un regista mancino, abile nel gioco palla a terra, ma si adatta molto bene anche come perno centrale della mediana.



In questo articolo: