Lecce-Salernitana 4-0, la nuova stagione parte con un poker. Adesso testa al Campionato

Con la doppietta di Lapadula e i gol di Falco e Majer i giallorossi superano il turno di Coppa. Lunedì 24 esordio in Campionato contro l’ex Antonio Conte.

A poco più di tre mesi da quell’indimenticabile 11 maggio, giorno in cui, i gol di Petriccione e La Mantia hanno consentito di battere lo Spezia e ritornare dopo un lunghissimo calvario nella Massima Serie, questa sera i giallorossi di mister Fabio Liverano sono tornati a calcare il rettangolo verde del quasi nuovo “Via del Mare” per dare il via alla stagione ufficiale, in occasione della sfida contro la Salernitana valevole per passaggio del turno di Coppa Italia.

Una gara importante, perché, ha rappresentato se non un test probante in vista della sfida contro l’Inter del 26 agosto, gara di esordio in Serie A, quantomeno una sorta di resoconto circa la preparazione, soprattutto fisica, della compagine allenata dal tecnico romano.

Per questo primo impegno stagionale l’allenatore ex Lazio, alle prese con alcuni calciatori infortunati, primo fra tutti capitan Mancosu, si affida a un misto vecchio-nuovo, con gran parte degli “anziani” schierati dal primo minuto, affiancati da dai neo arrivi. La mossa che sorprende tutti, però, si registra in difesa, dove, ad affiancare Lucioni al centro non c’è come ci si immaginava Rossettini, bensì il giovane Riccardi, per il resto l’unidici iniziale è quello preventivato alla vigilia.

La formazione iniziale

Il Lecce si schiera dunque con il consueto 4-3-1-2 con: Gabriel tra i pali; difesa composta da Rispoli, Lucioni, Riccardi e Calderoni; Petriccione, Tachtsidis e Majer in mediana; Falco a sostegno del tandem d’attacco La Mantia-Lapadula.

Il primo tempo

L’esultanza al gol (ph.Pinto)

Il primo tiro della gara è a opera dei granata campani con Jaroszynski che da fuori spara altissimo.

È subito Lapadula

Al quarto il Lecce la sblocca. Filtrante di Lucioni per Lapadula che parte sul filo del fuorigioco, l’attaccante ex Milan entra in area, mette a sedere Micai e lo trafigge con un pallonetto.

Trascorrono solo quattro minuti e i giallorossi vanno vicinissimi al raddoppio. Cross di Falco e preciso inserimento di Lapadula sul cui colpo di testa Micai compie un miracolo.

Al 18mo Lecce pericoloso. Cross di Falco e inserimento di Riccardi il cui colpo di testa termina alto non di molto. Al 26mo il tiro di Kiyne termina a lato. Al 31mo il colpo di testa di Jaroszynski viene parato da Gabriel.

Il secondo tempo

Il secondo tempo si apre con gli stessi ventidue della prima frazione.

L’andazzo della gara è sempre lo stesso, con il Lecce che fa gioco, dimostra gran palleggio e non rischia più di tanto. Al 10mo giallorossi vicini al gol. Angolo di Falco  e colpo di testa di Lapadula con il pallone che termina di poco a lato. Sul capovolgimento di fronte, però la Salernitana va vicinissima al pareggio con il tiro dal limite di Di Tacchio che supera Gabriel, ma invece di finire in rete si infrange contro il palo. Al 15mo la botta di Kiyine dal limite termina a fuori.

Falco un gol da numero 10

Al 16mo i giallorossi raddoppiano. Falco prende palla sulla trequarti e avanza, entrato in area si libera del diretto marcatore e con un tiro di sinistro trafigge per la seconda volta Micai.

Al 21mo il tiro in corsa di Lapadula viene abbrancato in presa dall’estremo difensore granata. Al 26mo il tiro del neoentrato Farias viene deviato in corner da Micai.

Lapadula sigla la doppietta

Al 31mo arriva il terzo gol. filtrante del solito, grandissimo Falco, per Lapadula, l’attaccante torinese prede palla, supera il diretto marcatore e solo davanti a Micai lo trafigge nuovamente, ancora una volta con un pallonetto.

Majer serve il poker

Al 37mo arriva il quarto gol. Petriccione prende palla e serve Calderoni, l’esterno si invola sulla fascia e crossa all’indirizzo di Majer che con un tiro al volo di collo destro, mette la palla alle spalle del portiere campano. Per il centrocampista sloveno è il primo gol in maglia giallorossa.

Inizia con il botto la nuova stagione dei giallorossi che hanno mostrato sin da subito la propensione a fare gioco e spettacolo ammirata durante lo scorso torneo (QUI le pagelle). La compagine di mister Fabio Liverani ha imposto la propria supremazia e, a parte il palo colpito con Di Tacchio, non hanno mai corso rischi. Una menzione in particolare merita Filippo Falco, suo l’assist per il vantaggio, suo il cross con cui Lapadula ha sfiorato il raddoppio, suo il gol, da perfetto numero 10, che ha messo in ghiaccio la partita e, infine, suo il filtrante per la doppietta per il centravanti italo-peruviano. Adesso, superato il turno di Coppa che ci vedrà affrontare la Spal, testa al campionato.

Tabellini

U.S. Lecce: Gabriel, Riccardi, Petriccione, Lucioni (Cap.), Lapadula, Falco (32 st Dall’Orco), La Mantia (24 st Farias), Calderoni, Rispoli, Majer, Tachtsidis (19 st Tabanelli). A disp: Vigorito, Vera, Haye, Rossettini, Dumancic, Farias, Pierno, Dubickas, Tabanelli, Gallo, Dell’Orco, Felici. Allenatore: Liverani

Salernitana 1919: Micai, Billong, Firenze (10 st Maistro), Jallow, Kiyine, Di Tacchio (Cap.), Karo (28 st Migliorini), Akpa Akpro, Jaroszynski, Lombardi, Giannetti (20 st Calaiò). A disp: Vannucchi, Russo, Lopez, Migliorini, Odjer, Calaiò, Djuric, Cicerelli, Kalombo, Morrone, Maistro, Carillo. Allenatore: Ventura

Arbitro: Abbatista di Molfetta; Assistenti: Rocca-Vecchi; IV Ufficiale: Ayroldi

Marcatori: 4 pt e 31 st Lapadula (L) 16 st Falco (L) 37 st Majer (L

Note: ammoniti 33 pt Majer (L) 45 pt Kiyne (S) 13 st La Mantia (L) spettatori 15.956 incasso 170.230,00 angoli 4-3 per il Lecce.



In questo articolo: