Lecce, domenica c’è la Lupa Castelli. Braglia, ‘Sosta pericolosa, nessuno ha il posto garantito’

Parla il tecnico di Grosseto a pochissimi giorni dalla prima sfida ufficiale del nuovo anno che vedrà opposti i giallorossi alla compagine laziale. Prosegue il mercato. Dopo Lo Bue anche Suciu saluta il Salento.

“A mio modo di vedere la sosta può essere pericolosa perché si può perdere qualcosa a livello di concentrazione. Sapere che si dovrà disputare una partita ufficiale dopo venti giorni può comportare questo”.

È un Piero Braglia un po’ preoccupato, più che altro per la condizione mentale dei suoi calciatori, quello si è presentato presso la sala stampa “Sergio Vantaggiato”, per il consueto incontro con i giornalisti che precede la partita. Dopo l’ultimo successo griffato 2015, nel quale i giallorossi hanno battuto in rimonta il Benevento, domenica, prima gara del nuovo anno che vedrà impegnati capitan Papini e compagni, nella sfida in trasferta contro la Lupa Castelli Romani.

“Dopo una sosta così lunga nessuno può sapere cosa troverà alla ripresa, a ogni modo, in questo periodo, i ragazzi si sono ben allenati e sono contento del lavoro svolto, poi, però, ovviamente, la gara è tutta un’altra cosa.

Caturano è giunto da noi con una gran voglia e con tanta umiltà e sono contento dell’arrivo di questo rinforzo.

Nella mia squadra non ci sono calciatori con il posto garantito, per me è giusto che tra i ragazzi ci sia competizione.

Abbiamo subito una dura lezione a Catanzaro e mi auguro che non si ripeta la stessa storia anche con la Lupa Castelli Romani.

Vogliamo chiudere il girone di andata con un successo e una grande prestazione”.

Intanto proseguono le trattative di calciomercato da parte del Responsabile dell’Area Tecnica salentina, Stefano Trinchera.

Dopo aver iniziato con il botto la sessione invernale con l’arrivo del bomber Salvatore Caturano il Ds leccese è al lavoro per sfoltire ulteriormente la rosa. Così, dopo le cessioni di Monaco, Cicerello, come anticipato ieri, è giunta l’ufficialità della risoluzione con il Torino dell’acquisizione temporanea del centrocampista Sergiu Suciu che ritorna alla casa madre.

Con ogni probabilità sono destinati a lasciare il capoluogo anche il difensore centrale Nicolò Gigli e l’esterno arretrato Andrea Beduschi, mentre, per la punta Diop si parla di un potenziale ritorno al Matera. I prossimi giorni saranno decisivi per capire la loro sorte.



In questo articolo: