Europa League, per la Juve una vittoria sofferta

La Juventus, unica italiana rimasta nella manifestazioni continentali, si qualifica per le semifinali di Europa League. Una punizione di Pirlo e un goal del “Principino” Marchisio regalano il passaggio del turno ai bianconeri

Grazie alla solita punizione magica di Andrea Pirlo che ha dato il via alla vittoria dei Bianconeri sul Lione, la squadra di Antonio Conte si qualifica per le semifinali. Poco dopo il vantaggio  pareggio ad opera di Briand. Del “Principino” Marchisio il goal del definitivo 2-1. Passano il turno anche Benfica, Siviglia e Valencia.

La Juventus, unica italiana rimasta a rappresentare il Bel Paese nelle manifestazioni continentali, batte il Lione e si qualifica per le semifinali di Europa League.
Non è stata una gara semplice per capitan Buffon e compagni che, soprattutto nella prima frazione di gioco, hanno un po’ subito l’avversario.

Molto meglio la ripresa, soprattutto quando il tecnico Antonio Conte, ha deciso di sostituire un irritante e abulico Vucinic con Fernando Llorente.
I Bianconeri passano in vantaggio già al quarto con una magistrale punizione di Andrea Pirlo, ma al 18mo Jimmy Briand riporta la sfida in parità con un puntuale colpo di testa e da lì in poi tra i due portieri in campo è Gianluigi Buffon quello più impegnato.

Almeno fino al 68’, quando una conclusione dalla distanza del “Principino” Claudio Marchisio, deviata da Samuel Umtiti pone fine alle ambizioni di rimonta transalpine.

Oggi previsto il sorteggio degli accoppiamenti per le semifinali. Oltre ai Campioni d’Italia, hanno ottenuto la qualificazione Benfica, Siviglia e Valencia.

I risultati della gare di ritorno

  • Juventus – Lione 2 – 1
  • Siviglia – Porto 4 – 1
  • Valencia – Basilea 5 – 0 (D.t.s.)
  • Benfica – AZ Alkmaar 2 – 0



In questo articolo: