Forza Lecce, un ultimo sforzo. Ritorna dove ti spetta

Tra poche ore i giallorossi scenderanno in campo al Matusa per la finale di ritorno con il Frosinone. Unico risultato utile la vittoria che consentirebbe il ritorno tra i Cadetti.

Un solo risultato utile a disposizione, la vittoria. Il nuovo regolamento (leggi) non terrà conto di posizioni in classifica conquistate al termine della stagione regolare o di eventuali marcature dal valore doppio in caso di pareggio in trasferta.  Quindi, tra poche ore, i giallorossi a Frosinone dovranno necessariamente fare bottino pieno per realizzare il sogno del ritorno in Serie B.

“Daremo più di tutto”, ha affermato ieri in conferenza stampa mister Lerda e, certamente, non abbiamo motivi per dubitare il contrario, anche alla luce del fatto che quest’anno i salentini arrivano a questo importantissimo appuntamento i condizioni fisiche e mentali migliori a quelle della stagione passata. Inoltre, capitan Miccoli e compagni saranno sostenuti dal calore di oltre 2.000 tifosi che saranno presenti nello stadio ciociaro.

Il tecnico di Fossano nella sfida di oggi ritrova il “Romario del Salento” che ha scontato il turno di squalifica, ma dovrà fare a meno di Salvi appiedato dal Giudice Sportivo. Al suo posto appare in pole position Amodio. Inoltre, Caglioni ha recuperato a tempo di record dall’infortunio subito nella semifinale con il Benevento e sarà regolarmente in campo.

Ad ogni modo la formazione, come sempre, verrà stabilita poco prima dell’inizio della gara, ma il Lecce dovrebbe schierarsi con: Caglioni tra i pali; difesa a quattro composta da Sales, Diniz, Abruzzese e Lopez; Amodio e Papini davanti al reparto arretrato; Ferreira Pinto, Beretta e Doumbia a sostegno dell’unica punta Miccoli.

Allo stadio “Matusa” fischierà Ros di Pordenone. Calcio d’inizio alle ore 18.00.



In questo articolo: