Lecce, a Cosenza difesa falcidiata: squalificati due intoccabili, ma rientra Lucioni. Multa per la società

La sconfitta per 4 a 2 rimediata sul campo del Pescara capolista lascia non solo l’amaro in bocca, ma porta in dote anche due squalifiche pesantissime. In casa Lecce è tempo di rimettersi già al lavoro in vista del prossimo impegno, ancora in trasferta, contro il Cosenza, in programma sabato alle reo 18: c’è da mettere alle spalle un KO che interrompe la striscia di due risultati utili a distanza ravvicinata, ma che soprattutto lascia tanta rabbia per come arrivato.

Sotto di due reti, infatti, i giallorossi hanno mostrato gli artigli, rientrando in gara al termine del primo tempo e pareggiando in inferiorità numerica, dopo l’espulsione di Calderoni. Poi la doccia fredda: il secondo cartellino giallo sventolato a Meccariello costringe i salentini ad alzare le barricate, fino al crollo al 90′ sotto i colpi di Del Sole.

Un vero peccato, non c’è che dire: il Lecce ha dimostrato il solito carattere (e le solite leggerezze difensive) e cercherà pronto riscatto sul campo di un’altra neo-promossa. Al “San Vito Marulla” mancheranno dunque Meccariello e Calderoni, squalificati: due assenze non da poco per il Lecce che vedeva in queste pedine due dei tre elementi sempre utilizzati da mister Liverani. Insieme a Mancosu, il centrale difensivo e il terzino mancino, avevano disputato tutte le gare di campionato. Per loro, adesso, stop forzato.

I nomi di Meccariello e Calderoni vanno ad aggiungersi alla lunga lista di indisponibili per il pacchetto arretrato: accanto a loro gli infortunati Bovo e Riccardi, per una difesa ridotta all’osso. Per fortuna, già contro i silani potrà riaffacciarsi Fabio Lucioni che, scontata (questa volta del tutto) la squalifica, potrà tornare utile a pieno regime.

I tifosi in curva nord (ph.Pinto)

Dopo la gara di lunedì sera, intanto, la comitiva giallorossa si è spostata a Roma dove resterà fino a venerdì, ospite del “Mancini Park Hotel”: tutti in ritiro, dunque, per evitare i tanti spostamenti in bus a distanza di pochi giorni. Ieri pomeriggio Liverani ha fatto svolgere ai suoi una seduta di scarico, alla quale non ha preso parte l’altro acciaccato Pettinari.

Infine, sempre dal fronte Giudice Sportivo, c’è da segnalare la pesante multa comminata all’US Lecce. La Lega infatti ha inflitto alla società giallorossa l’ammenda di diecimila euro poiché per lancio, da parte dei suoi tifosi, alcuni fumogeni all’indirizzo dei sostenitori del Pescara, oltre a cinque bengala recapitati nel recinto di gioco.

 


In questo articolo: