Lecce, perché la promozione è più che possibile

Al momento i pugliesi sono in piena zona play off, a otto punti dall’Empoli primo in classifica ma possono fare decisamente di più

Dopo la retrocessione dalla Serie A dello scorso anno, il Lecce sta vivendo una stagione da protagonista in Serie B con il chiaro intento di risalire subito nella massima serie calcistica. Secondo gli esperti di scommesse online la squadra allenata da mister Eugenio Corini è una delle favorite per la conquista della Serie A, anche se la strada da fare è ancora tanta. Al momento i pugliesi sono in piena zona play off, a otto punti dall’Empoli primo in classifica ma possono fare decisamente di più visto il potenziale tecnico a disposizione del mister.

Molto dipenderà anche dal mercato di gennaio che potrebbe cambiare il volto della squadra salentina. Secondo gli ultimi rumors di mercato, infatti, dopo la l’addio di Rossettini, anche il fantasista pugliese Filippo Falco sarebbe pronto a tornare in Serie A. Falco è prossimo ad accasarsi al Crotone. Una trattativa tenutasi sotto banco, dopo che il Parma si è tirato fuori dalla corsa. Nelle casse dei leccesi 1,5 milioni di euro e al calciatore un triennale congruo alle richieste dell’entourage.

Occhio però anche al mercato in entrata. I salentini sarebbero pronti a chiudere l’operazione per Fabio Pisacane, esperto terzino in forza al Cagliari. Pisacane, 34 anni, dopo cinque stagioni vissute da protagonista in Sardegna, quest’anno non è riuscito a ritagliarsi il suo spazio nello scacchiere di Eusebio Di Francesco (appena 3 apparizioni nel campionato di Serie A in corso) e su di lui il Lecce sarebbe piombato forte.

Napoletano di nascita, ma cresciuto nelle giovanili del Genoa, Pisacane ha fatto tutta la gavetta: con le maglie di Ravenna, Cremonese, Ancora, Lanciano, Lumezzane, Ternana ed Avellino ha scalato le gerarchie del calcio dalla Serie C fino ad approdare in Massima Serie grazie alla maglia del Cagliari, nella stagione 2016/17. Nella sua carriera di oltre 400 gare ufficiali spicca anche il suo gesto con il quale, nel 2011, ai tempi del Lumezzane, denunciò l’offerta di una combine avanzata dal DS del Ravenna a fronte di 50 mila euro. Pisacane non solo rifiutò il denaro, ma denunciò l’episodio dando il via all’inchiesta Last Bet. Ora, dopo 146 presenze in Sardegna, Pisacane è pronto per la nuova avventura in giallorosso. Il suo arrivo, che andrebbe rinforzare una difesa fin troppo bucata, sarebbe vicinissimo.

Altro probabile partente è Stefano Pettinari. L’ex capocannoniere della scorsa stagione di Serie B, tornato a Lecce per il fallimento del Trapani, non ha convinto Eugenio Corini nonostante le premesse per una sua permanenza fossero positive.

Il classe ’92 può contare ben 10 apparizioni in questa stagione ma che insieme non valgono più di 180 minuti circa, vale a dire 18 minuti a gara che gli hanno fruttato solo un po’ di frustrazione e zero reti. Tant’è che il primo a convincersi che non c’è nessuna possibilità di rimanere è stato proprio lui. Ora che ha tirato i remi in barca, l’ex Pescara non ha nemmeno tanta voglia di dare una mano e fino alla sua cessione pensiamo che difficilmente prenderà parte ad altre gare, proprio come è successo contro il Monza quando non è stato convocato insieme a Falco costringendo Corini a giocare con sole due punte in organico più Dubickas.

Al momento la squadra più vicina al bomber è la Salernitana ma il Lecce non vorrebbe rinforzare una diretta concorrente. L’altra squadra dove potrebbe finire è la Cremonese: Braida vuole rilanciare le sorti del club che al momento lo vedono nei bassifondi della classifica. Pettinari potrebbe essere uno di quei calciatori che potrebbero spostare gli equilibri.

Per il centrocampo si pensa ad Andreas Tello. Il centrocampista colombiano classe ’96 è attualmente in forze al Benevento. In questa prima metà di stagione in serie A conta un totale di sette presenze, mai dal primo minuto. Lo scorso anno è stato fra i protagonisti della cavalcata promozione della squadra sannita, con 27 presenze e due reti nel campionato cadetto. Nato a Medellin, è stato portato in Italia dalla Juventus nel 2014. Oltre al Benevento, ha vestito le maglie di Cagliari, Empoli e Bari. Nella squadra biancorossa è stato anche compagno di reparto di Liam Henderson.

Forte fisicamente, dotato di buona tecnica e di un eccelso dinamismo, il suo ruolo ideale è quello di mezzala destra con caratteristiche prettamente difensive. Per le sue doti, può rappresentare quell’elemento di quantità e qualità, in grado di lottare su tutti i palloni e spezzare il gioco avversario, che farebbe al caso del Lecce.



In questo articolo: