È morto Ernesto Cenci. Il ricordo di un altro figlio della Juventina

Dopo una lunga malattia si è spento Ernesto Cenci, figlio della Juventina di Attilio Adamo. Gli ex compagni di squadra si sono ritrovati, per l’ultimo saluto, nella basilica di San Domenico Savio, ai salesiani.

ernesto-cenci

Era una mezz’ala, veloce e dalle notevoli doti tecniche, un giocatore che al pari di tanti altri gioielli del Calcio leccese è stato figlio della Juventina di Attilio Adamo.

Ernesto Cenci è morto ieri, dopo che da anni aveva abbandonato la scena pubblica a causa di quella terribile malattia che ruba tutti i nostri ricordi. Noi, invece, ce lo ricordiamo il caro Ernesto, molto noto a Lecce anche per via della sua attività di bancario, molto amato da coloro che lo hanno conosciuto. Lo ricordiamo eccome.

Cenci mosse i primi passi sotto la guida del grande Attilio Adamo, e ne ha fatti giri di campo quando sbagliava un passaggio o un cross. Lo facevano tutti, per punizione. Adamo era un padre e un inimitabile educatore…

Poi il periodo del Tricase del presidente Fachechi, a cavallo tra gli anni 60 e 70, al fianco di Franco Renna, Ezio Candido, Franco Della Tommasa, era protagonista di un calcio minore ma comunque spettacolare.

Tanti gli amici che hanno ricordato Ernesto Cenci in queste ore. Il primo a dare notizia della scomparsa dell’ex giocatore è stato il decano dei giornalisti salentini Elio Donno. Gli ex compagni di squadra si sono ritrovati per l’ultimo saluto nella basilica di San Domenico Savio ai Salesiani.

Alla famiglia Cenci anche il saluto della Redazione di Leccenews 24.



In questo articolo: