Al via a Porto Cesareo il servizio estivo di bus navetta

Partirà domani e si concluderà il 15 settembre. È stata realizzata una quarta linea al fine di garantire un ulteriore servizio a turisti e residenti

Al via da domani mattina il servizio estivo di bus navetta a Porto Cesareo, che da quest’anno si fa in quattro  e copre l’intero territorio comunale.

Prima corsa in partenza alle 9 del mattino e ultima all’1 di notte (con termine del servizio alle 2 del mattino)

Il servizio di trasporto pubblico andrà avanti fino al prossimo 15 settembre, e  si estenderà da Punta Prosciutto alla penisola La Strea, grazie all’istituzione di una quarta e ultima tratta.

Su strada tre autobus dotati di pedana per diversamente abili, sistema di biglietteria automatizzato a bordo con web app.

Al capolinea presso lo scalo d’alaggio di Porto Cesareo e al punto di scambio in località Torre Lapillo (tra chiesa dell’Assunta e via Mazaro), sono presenti le paline con indicazioni di tutte le linee e i relativi orari.

In questi mesi con l’amministrazione comunale con  l’assessorato al turismo e gli uffici competenti è stata  impegnata nella definizione del progetto che portasse alla quarta linea al fine di garantire un ulteriore servizio a turisti e residenti per l’estate sempre più vicina.

“Il Comune di Porto Cesareo – spiega il sindaco Silvia Tarantino – registra una densità demografica da 200mila presenze nel periodo estivo, il servizio di trasporto pubblico è un fiore all’occhiello del panorama di servizi offerti a turisti e residenti ed era fondamentale implementarlo”.

Le quattro linee sono così suddivise:

– Linea 1 Centro urbano

– Linea 2 Torre Lapillo

– Linea 3 La Strea

– Linea 4 Torre Lapillo-Punta Prosciutto, di nuova istituzione (in via sperimentale fino al 2025)

Un progetto in divenire, tarato man mano “ a seconda delle esigenze dei fruitori, ascoltandone le richieste, le criticità e puntando all’eccellenza. Abbiamo un sito apposito con tutte le indicazioni, i qr code per fare il biglietto on line o richiedere esenzioni nei casi previsti”, precisa l’assessore al Turismo Barbara Paladini.