​Boom di prenotazioni. Tanti i turisti che scelgono il Salento per il Ponte di Ognissanti

La destagionalizzazione per il Tacco d’Italia non più un miraggio. Tanti i turisti che scelgono il Salento fuori dal periodo estivo. Dal 28 ottobre a al 1 novembre sono tante le occasioni per raggiungere il Salento.

C’è un Salento tutto da scoprire… fuori stagione! Da ottobre a maggio, lontano dalla ressa dei mesi estivi, è forse il periodo più bello per visitare i tanti centri storici ricchi di storia, per scoprire i monumenti preistorici che sussurrano antiche tradizioni, per ammirare il barocco che incanta con la sua magnificenza, per farsi catturare dagli angoli più caratteristici, dai laboratori di cartapesta che hanno resistito al tempo al faro di Santa Maria di Leuca che secondo la tradizione (errata!) veglia sui due mari.

C’è solo l’imbarazzo della scelta, basta solo organizzare una vacanza, magari incastrandola tra gli impegni lavorativi e personali. Il lungo ponte del primo novembre viene incontro ai tanti turisti che possono mettere qualcosa in valigia e partire. Tre, quattro o più giorni bastano per staccare la spina in attesa del Natale.

Inutile dirlo, da Lecce a Otranto, da Gallipoli a Nardò, da Porto Cesareo a Castro, le strutture ricettive stanno registrando tutte le prenotazioni dei turisti, italiani e non, che hanno decido di trascorrere qualche giorno in Salento.

Insomma, questa terra conquista, meritatamente, lo scettro di meta turistica tra le più gettonate d’estate, ma salutata la bella stagione continua a attirare gli ‘stranieri’ grazie alla sua bellezza senza stagioni.



In questo articolo: