“Diritti umani tra pensiero e azione”, a Lecce e Alessano un incontro con Mina Sharifi

È una studentessa arrivata in Italia a seguito dell’evacuazione dall’Afghanistan a causa dell’arrivo dei talebani e si batte per il diritto all’istruzione nel suo Paese

Mina Sharifi, studentessa fuggita dall’Afghanistan e grande attivista per i diritti delle donne sarà ospite del Csv Brindisi Lecce il 23 e 24 novembre e protagonista di una diretta online il 29 novembre.

L’incontro si realizza nell’ambito della Rassegna “Diritti umani tra pensiero e azione”, organizzata dal sodalizio salentino, finalizzata alla promozione della cultura della solidarietà e la sensibilizzazione verso i diritti umani rivolta agli studenti e studentesse degli Istituti Secondari Superiori e checoinvolge un ampio spettro di tematiche.

Mina Sharifi sarà ospite e testimone di una grande battaglia: quella del diritto all’istruzione in Afghanistan.

Mina è una studentessa arrivata in Italia a seguito dell’evacuazione dall’Afghanistan a causa dell’arrivo dei talebani, ha lanciato una petizione online sul diritto allo studio nel suo Paese. Frequenta il Corso di Laurea di Informatica presso l’Università di Torino ed è beneficiaria delle Borse di Studio del progetto “Culture Builds the Future” di cui la Fondazione Emmanuel è partner.

Incontrerà in presenza le studentesse e gli studenti dell’Istituto Olivetti di Lecce il 23 novembre e dell’Istituto Salvemini di Alessano il 24.

Il 29 novembre, infine, l’attivista terrà un webinar dalle 9.00 alle 10.30 , la cui partecipazione è gratuita. Sarà possibile seguire la diretta live sul canale YouTube e sul profilo Facebook del CSV Brindisi Lecce Volontariato nel Salento ETS.