Tutto pronto per il PugliaPride 2014. Ecco l’itinerario di Lecce

Lecce è¨ pronta per accogliere il primo Puglia Pride della storia. Domani, il corteo partirà alle 16.30 da Porta Napoli per poi arrivare in Piazza Mazzini. Numerosi i politici che vi parteciperanno, fra questi anche un delegazione regionale di Forza italia

Il capoluogo barocco si prepara ad accogliere la parata finale del Puglia Pride 2014, il primo evento a favore dei diritti omosessuali approdato nel Salento.

La festa – perché è questo lo spirito con cui la manifestazione è stata ideata – è partita lo scorso 23 giugno da Foggia e si concluderà domani pomeriggio a Lecce. La partenza è prevista alle ore 16.30 da Porta Napoli. Il corteo proseguirà per via Calasso e via Nazario Sauro, in direzione di Piazza Mazzini, per poi concludersi alle 23.00 alla stazione ferroviaria di Zollino (presso la Locomotiva Breda) con il Color Party.

Il Puglia Pride, sarà la celebrazione dell'uguaglianza. Un corteo pacifico che intende regalare un pomeriggio lungo di colori, musica e allegria in nome di un solo ideale: il rispetto incondizionato verso il prossimo, scevro da pregiudizi di genere. E non è poco considerare che Lecce, nella prospettiva del cammino verso Capitale europea della Cultura 2019, abbia ritenuto l'evento necessario per diventare una città degna del suo sogno.

Sono numerosi infatti i politici del capoluogo che hanno già confermato la loro presenza al corteo di domani. Insieme a loro, però, ci sarà anche una delegazione di consiglieri regionali di Forza Italia,guidata da Luigi Mazzei, che parteciperà per un solo obiettivo: polemizzare con il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, accusato di assenteismo cronico nelle sedi istituzionali.

Il Governatore regionale ha speso buona parte della sua vita nella lotta contro le discriminazioni di genere e, la sua partecipazione al Puglia Pride di domani a Lecce, è stata annunciata e confermata da tempo.

«Se per incontrare finalmente il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, bisognerà aspettare il Puglia Pride di sabato prossimo – fa sapere il consigliere regionale Luigi Mazzei – vuol dire allora che parteciperò alla manifestazione per poter interloquire con il Governatore. Diversamente, correrei il rischio, quand’anche consigliere regionale, di non poter mai parlare con lui che in tre mesi dalla data del mio insediamento in Via Capruzzi non ho mai avuto il piacere di vedere in Aula».

Sulla stessa scia, il leader del Movimento Regione Salento Paolo Pagliaro che, la scorsa settimana, ha scritto: "Abbiamo fatto la marcia anti-racket e del governatore neanche l'ombra. Ci rendiamo conto che il gay pride sia una vetrina nazionale e, dunque, più utile a Vendola e alle sue ambizioni carrieristiche. Ma tutto ha un limite e i salentini non hanno l'anello al naso ne' sono alla merce' di un politico senza scrupoli che ha usato la fiducia dell'elettorato per la sua scalata nazionale".

A conclusione della parata, ci sarà, in piazza Sant'Oronzo il flashmob con Lecce2019 per POLIStopia.