​Mistero nella notte in Piazzale Cuneo, sparati 6 colpi di pistola contro la Yaris di una donna

Si torna a sparare a Lecce dove, nella notte, un’auto parcheggiata Piazzale Cuneo è stata crivellata di colpi d’arma da fuoco. Le indagini sono affidate agli agenti della Squadra Mobile di Lecce.

Come se non bastassero le auto andate a fuoco nella notte, un altro inquietante episodio si aggiunge a quelli che hanno tenuto impegnati i Vigili del Fuoco in tutto il Salento. Anche in questo caso è stata presa di mira da ignoti una macchina, ma gli incendi e i piromani questa volta non c’entrano nulla. La vettura di piccola cilindrata, parcheggiata nei pressi di Piazzale Cuneo nella zona 167 di Lecce, è stata crivellata di colpi di arma da fuoco, probabilmente una pistola calibro 7,65. Sei gli spari che hanno raggiunto la Toyota Yaris, intestata ad una donna del posto.  
  
È ancora troppo preso per conoscere il ‘messaggio’ che i malviventi hanno voluto lasciare e soprattutto a chi era realmente indirizzato, sempre se si tratti di un atto intimidatorio. Il sospetto è che il gesto sia ‘rivolto’ ad alcuni parenti della donna, ma nessuna pista al momento è esclusa.
  
Ad accorgersi dei fori presenti sulla carrozzeria è stato un passante che ha immediatamente chiamato le forze dell’ordine. Sul posto è giunta poco dopo una voltante della Polizia che ha effettuato tutti i rilievi del caso. Dopodiché le indagini sono passate nelle mani degli agenti della Squadra Mobile di Lecce che stanno verificando la presenza di eventuali telecamere di videosorveglianza, installate nella zona.
  
Dopo un periodo di tranquillità “apparente” nella zona 167 del capoluogo barocco si torna dunque a sparare. Lo scorso anno, all’indomani di numerosi episodi di microcriminalità e temendo di finire in mezzo a regolamenti di conti tra bande locali, i residenti avevano chiesto a gran voce più sicurezza:‘non possiamo avere paura che ci scappi il morto, pretendiamo una pattuglia fissa ogni giorno’ avevano urlato gli abitanti ormai esasperati dalle pistolettate.
  
Sempre in Piazzale Cuneo, un agguato in piena notte aveva interrotto il sonno. Un 31enne già noto alle forze dell’ordine era stato gambizzato. Uno dei proiettili sparati, infatti, lo aveva colpito al piede.



In questo articolo: