Aggressione a un ispettore di Sky durante la partita del Lecce, tre persone finiscono ai domiciliari

L’uomo, intorno alle 20 di sabato, sarebbe stato vittima di una vile aggressione, dinanzi ad una ventina di persone, in un circolo privato di Squinzano.

Scattano tre arresti, per l’aggressione ad un ispettore Sky durante la partita Sassuolo-Lecce, trasmessa in un circolo privato di  Squinzano con una scheda pirata.

Si tratta di S.T., 20enne; G. C., 34enne e M. G., 19enne, che adesso dovranno difendersi dalle accuse di rapina in concorso.

Dopo la denuncia della vittima, originaria di Corato, i carabinieri di Trepuzzi guidati dal luogotenente Giovanni Papadia, coadiuvati dai colleghi del NORM di Campi Salentina, agli ordini del comandante Alan Trucchi, come disposto dal pm Massimiliano Carducci, hanno tratto in arresto i tre soggetti che sono stati ristretti ai domiciliari.

L’ispettore Sky, intorno alle 20 di sabato, sarebbe stato vittima di una vile aggressione, dinanzi ad una ventina di persone. Anzitutto, sarebbe stato immobilizzato da due persone, mentre un terzo soggetto gli avrebbe sottratto il telefonino. In seguito, l’uomo sarebbe stato costretto ad assecondare le richieste degli aggressori, che hanno provveduto a cancellare le foto “compromettenti” E una volta scappato via, si sarebbe rivolto ai carabinieri.

La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.



In questo articolo: