Agli arresti domiciliari continua a perseguitare la ex, arrestato stalker

Arrestato a causa delle continue molestie, lo stolker era già agli arresti domiciliari, ma continuava a perseguitare la sua ex.

Prima il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex, poi gli arresti domiciliari perché, imperterrito, continuava  a perseguitare la donna. Ieri l’arresto per reiterazione del reato.

Appostamenti sotto casa e sul luogo di lavoro, telefonate e  contatti via facebook. Per questo, l’Autorità giudiziaria aveva già emesso nei confronti di un 32enne leccese la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex. La  misura venne poi aggravata, a causa della reiterazione del reato, in quella degli arresti domiciliari.

Nonostante il monito, però, l’uomo ha continuato a perseguitare la ex e il suo attuale compagno. Imperterrito ha anche violato gli arresti domiciliari. Nella serata di ieri, infatti, i poliziotti hanno verificato l’assenza dello stalker nella sua abitazione.

 Contestualmente , una richiesta di soccorso da parte della vittima è pervenuta al “ 113” . La donna lo aveva notato a pochissima distanza  all’interno di un ipermercato della città. Il 32enne accortosi che la sua ex compagna stava chiamando  i soccorsi, è fuggito via dal centro commerciale, rientrando in casa. Qui i poliziotti della Squadra Mobile e della Sezione Volanti lo hanno raggiunto traendolo in arresto. Il Sostituto Procuratore di turno, dott. Massimiliano Carducci,  ne ha disposto il trasferimento in carcere. 



In questo articolo: