Incendio doloso nella notte a un’abitazione di Presicce Acquarica, scatta l’arresto per un 36enne

L’uomo è stato arrestato quasi in flagranza. A causa delle fiamme, domate dai Vigili del Fuoco, sono stati distrutti alcuni arredi.

Avrebbe appiccato il fuoco all’abitazione di una donna, ma le pronte investigazioni da parte dei militari dell’Arma, hanno fatto sì che il cerchio si chiudesse e per lui è scattato l’arresto.

Nel corso appena trascorsa gli uomini i Carabinieri della Stazione di Presicce-Acquarica, hanno proceduto ad arrestate, in quasi fragranza di reato, di un 36enne presunto responsabile di un incendio doloso ai danni della casa.

Le fiamme si sono sviluppate grazie all’utilizzo di liquido infiammabile e hanno interessato più ambienti, distruggendo arredi e suppellettili.

Il rogo, prontamente domato dai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Tricase, non ha causato gravi danni strutturali. L’abitazione al momento dei fatti era disabitata.

Le immediate e veloci indagini hanno consentito ai militari intervenuti sul posto di individuare il presunto responsabile e stabilire con elevata probabilità che l’atto doloso sia scaturito per futili motivi.

L’arrestato, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso il carcere di “Borgo San Nicola” a Lecce.

Naturalmente il procedimento penale verte ancora nella fase delle indagini preliminari e che la responsabilità dell’indagato sarà accertata solo con eventuale sentenza di condanna irrevocabile.



In questo articolo: