Con l’arma clandestina nella stanza da letto. Scattano i domiciliari per un 27enne

Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano, hanno tratto in arresto per detenzione abusiva di arma clandestina un 27enne di Casarano già noto alle Forze di Polizia.

Era già noto alle Forze dell’ordine e per questo posto sotto l’attenzione dei carabinieri che hanno pensato bene di non perderlo d’occhio.
I militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Casarano hanno messo in atto, infatti, una attività info-investigativa, a conclusione della quale è stata  effettuata una accurata perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Gianluca De Paolis, 27enne del posto.

Le ricerche hanno portato nel giro di poco al rinvenimento all’interno della  stanza da letto di una pistola semiautomatica modificata cal. 8 marca Bruni mod. 92 con caricatore inserito completo di 5 proiettili cal.7,65, nonché nr. 4 cartucce di vario calibro.

La pistola era originariamente caricata a salve, ma poi ha subito operazioni di modifica. L’arma si trovava sotto una montagna di indumenti, nascosta, poi, senza molta cura se si pensa ai posti più insoliti dove vengono occultate le armi poi ritrovate dalle forze dell’ordine durante le varie operazioni messe in atto.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e l’arrestato, dopo aver dato avviso al Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecce Dott.ssa Elsa Valeria Mignone, concluse le formalità di rito,  è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Certamente le indagini proseguiranno per comprendere se l’arma sia stata usata per delinquere e, magari, mettere a segno delle rapine, come quelle che si sono consumate in gran numero nell'ultimo periodo ai danni di vari esercizi commerciali. Luce verrà fatta soltanto a seguito delle operazioni investigative che nulla tralasceranno.



In questo articolo: