Accende il fuoco per eliminare le sterpaglie in giardino, ma le fiamme si propagano nel bosco. Nei guai 50enne di Sannicola

L’uomo è stato deferito per incendio boschivo colposo. Il fuoco, sospinto dal vento favorevole, si è propagato all’interno dell’area. Le fiamme sono state domate diverse ore dope.

Nella giornata di ieri, intorno alle ore 15.30, a Sannicola, in località “Lido Conchiglie”, i militari della Stazione Carabinieri Forestali di Gallipoli, insieme al personale dei Vigili del Fuoco e dell’Arif (Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali), sono stati chiamati a intervenire a causa di un incendio boschivo.

Le indagini svolte nell’immediatezza hanno portato al deferimento a piede libero di un uomo, A.G. 50enne nato a Sannicola e ivi residente ritenuto responsabile del reato di incendio boschivo colposo.

I fatti

I 50enne, per negligenza, imprudenza o imperizia, ha acceso un fuoco all’interno del giardino della sua abitazione, al fine di eliminare le foglie secche e altri residui vegetali derivanti dalla pulizia dello stesso. Il giardino, però, è ubicato nelle immediate vicinanze di un’area boschiva.

A seguito delle verifiche è stato dapprima individuato il punto di innesco del fuoco e, successivamente, si è accertato che le fiamme, non incontrando alcun ostacolo come muri di recinzione o altri limiti materiali di confine, si sono propagate, complice il vento favorevole che le hanno sospinte, all’interno del bosco, percorrendo un’area di 01.50.00 ettari circa causando un incendio.

Per le operazioni di spegnimento e bonifica sono state impegnate diverse squadre anti incendio boschivo e si sono concluse alle 19.00 circa.



In questo articolo: