Viola i sigilli e riutilizza il materiale sequestrato per l’attività del lido balneare. Denunciata 74enne di Copertino

La donna nominata custode giudiziale ha utilizzato per i fruitori del lido quanto posto sotto sequestro lo scorso 20 luglio.

Nella giornata di ieri a Porto Cesareo  i militari del Norm – Sezione Operativa della Compagnia di Campi Salentina, in collaborazione con i colleghi della Stazione locale, a seguito attività controllo, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, con l’accusa di violazione dei sigilli, C. T., nata e residente a Copertino 74enne.

La donna, nominata custode giudiziale insieme al figlio, ha violato i sigilli di un lido balneare a Torre Lapillo, sulla Strada Provinciale 340, dove lo scorso 20 luglio, P.A., 48enne anch’egli di Copertino, titolare del lido balneare, aveva posizionato 27 ombrelloni e 54 lettini su area demaniale marittima di circa 200 metri quadrati senza alcuna autorizzazione. La donna, è stata denunciata in quanto, oltre a trasgredire a quanto imposto ha riutilizzato il materiale sequestrato nell’attività balneare.

Quanto posto nuovamente sotto sequestro è stato affidato in custodia giudiziale al Sindaco della località rivierasca.



In questo articolo: