Sorpresa a bruciare indumenti in una campagna, denunciata proprietaria di un terreno

A causa del fuoco si è sviluppato un incendio su una superficie di due ettari che ha coinvolto uliveti e terreni incolti.

Insospettiti da una colonna di fumo, i Carabinieri Forestali del Nucleo di Gallipoli, sono intervenuti per un incendio in zona agricola, che ha investito una superficie di circa due ettari e mezzo, nell’ entroterra gallipolino, fra uliveti e terreni incolti.

I militari, giunti sul posto, hanno prontamente individuato l’origine del rogo, scaturita dall’aver dato fuoco ad alcuni rifiuti, per lo più indumenti usati, accumulati all’interno di un fondo rustico.

L’intervento, altrettanto tempestivo, delle squadre dei Vigili del Fuoco, ha evitato che l’evento assumesse dimensioni maggiori e più preoccupanti.

Una donna, proprietaria del fondo, è stata trovata ancora sul posto incendiava cumuli di indumenti, per cui i Forestali hanno proceduto ad identificarla e a deferirla, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Lecce,.

Per i Carabinieri Forestali, che dal 1° giugno scorso sono impegnati a tutto campo per verificare il rispetto degli obblighi sulla prevenzione, dettati dalla Legge Regionale n. 38 del 2016, la campagna antincendi boschivo è già cominciata. Intanto, le indagini sono tuttora in corso, per individuare i responsabili di un incendio, sviluppatosi nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, allorchè ha preso fuoco un canneto sulle sponde del Lago Alimini Piccolo, in comune di Otranto.



In questo articolo: