Entra nel bar con la scusa di un cornetto e palpeggia una dipendente. Arrestato 37enne

Alle ore 8.00 di questa mattina è stata diramata la ricerca di un giovane che, dopo aver creato dei problemi all’interno di un bar in piazza Argento, è stato bloccato all’angolo di via di Ussano: aveva palpeggiato la dipendente nelle parti intime.

Un 37enne greco, questa mattina, è entrato di buon’ora quando da poco erano passate le 8.00, in un bar in piazza Nicodemo Argento con la ‘scusa’ di acquistare un cornetto. Il suo intento, però, non era certo quello di fare colazione bensì di molestare e anche pesantemente la dipendente dell’esercizio commerciale che, malauguratamente, in quel momento si trovava da sola. Approfittando del fatto che non c’era nessuno, visto il giorno di festa e l’orario, l’uomo prima avrebbe iniziato a guardarla con insistenza mentre le sussurrava di “volerla”, poi dalle parole sarebbe passato ai fatti, avvicinandosi alla donna con sempre maggiore ostinazione ed invadenza.

Giustamente spaventata da quell'atteggiamento, la commessa ha iniziato a urlare sperando così di farlo desistere, ma a nulla sono servite le sue grida disperate. Ha persino tentato di trovare rifugio nel retro del locale adibito a deposito, dove ha afferrato il cellulare chiedere aiuto, invano. Proprio lì sarebbe stata raggiunta dal 37enne per nulla intimorito e che anzi, dopo averla afferrata con forza, avrebbe iniziato ad allungare le mani nelle parti intime.

Fortunatamente la dipendente è riuscita a divincolarsi dalla morsa del suo aggressore ed a telefonare al suo datore di lavoro per chiedere aiuto. È stato proprio il titolare del bar ad allertare la polizia ed a riferire agli agenti intervenuti quanto accaduto poco prima. Un racconto confermato dalla stessa ragazza.

Immediatamente è scattata la caccia all’uomo nel frattempo scappato a piedi nella limitrofa via Padre Bernardino Realino. È lì vicino – esattamente all’angolo di via Ussano, proprio nei pressi del cavalcavia ferroviario, a poche decine di metri dalla Questura – che una volante l’ha raggiunto in pochi secondi e bloccato. Il 37enne, che si era spacciato per un normale cliente salvo poi manifestare i suoi veri intenti, sentito il Pubblico Ministero di turno, è stato arrestato e accompagnato a Borgo San Nicola. L’accusa è quella di violenza sessuale.

Tania Tornese



In questo articolo: