Foro salentino in lutto. Morto improvvisamente l’avvocato Angelo Pallara

Il professionista aveva 57 anni e, probabilmente, è stato stroncato da un infarto. Nella giornata di ieri era stato impegnato davanti ai giudici della Prima sezione Penale nel processo a carico di un chirurgo plastico.

Un fulmine a ciel sereno ha colpito questa mattina il mondo dell’avvocatura leccese e salentina.
 
Angelo Pallara, noto e stimato penalista del Foro salentino è morto nella notte a causa, probabilmente, di un infarto.
 
La scoperta questa mattina, quando, il corpo privo di vita del professionista, disteso nel suo letto, è stato ritrovato dalla collaboratrice domestica. La donna ha immediatamente chiamato il 118, purtroppo, i sanitari giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.
 
57 anni, patrocinante in Cassazione, allievo di un altro famoso e stimato uomo di legge del capoluogo, l’avvocato Pasquale Corleto, era  titolare di un’importante studio legale associato specializzato  in questioni inerenti i delitti contro la Pubblica Amministrazione, il patrimonio, la famiglia e la persona e aveva da poco tagliato il traguardo dei trent’anni di professione forense.
 
Tra i più affermati legali nel settore penale, è stato il difensore, tra gli altri, dell’ex Sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone e della famiglia di imprenditori salentini Ricchiuto.  Aveva ricoperto, inoltre, la carica di Presidente del Rotary Club di Lecce alcuni anni fa.
 
Quello di Pallara è un nuovo decesso improvviso che colpisce il Foro di Lecce, che riporta alla memoria quello  fratelli Elio ed Enzo Maggio, nel febbraio 2014, entrambi colpiti da improvviso infarto. Il primo mentre stava discutendo un’udienza presso il Tribunale di Via Brenta e il secondo trovato senza vita nel suo studio.
 
Angelo Pallara proprio ieri era stato impegnato davanti ai giudici della Prima Sezione Penale nel corso di un procedimento a carico di un chirurgo plastico.



In questo articolo: