Da Gallipoli a Nardò, controlli a tappeto negli esercizi commerciali. Fioccano pesanti sanzioni

Numerosi gli esercizi commerciali beccati fuori norma perchè non rispettosi della normativa regionale contro il gioco d’azzardo.

Proseguono i controlli delle forze dell’ordine negli esercizi commerciali della provincia, al fine di attuare la normativa regionale sul gioco d’azzardo: slot machine e compagnia devono essere lontani da luoghi sensibili quali ospedali e scuole, luoghi culto, centri di aggregazione.

Così, a seguito dell’accertamento da parte dei carabinieri di numerose infrazioni nei mesi di maggio e giugno tanto da disporre l’immediata cessazione dell’attività, ai primi di luglio la Questura di Lecce ha fatto faceva pervenire l’ ordinanza di chiusura dell’esercizio non a norma e il ritiro della licenza. Il tutto eseguito dai militari della Compagnia di Gallipoli nel territorio di competenza.

Pertanto, a seguito della conclusione dell’ attività ispettiva effettuata presso esercizi pubblici con annessa raccolta scommesse sportive, nel periodo 1 giugno – 4 luglio 2018, i carabinieri hanno contestato violazioni ex art. 7 legge 43/2013 della Regione Puglia.

Gli esercizi controllati e risultati fuori norma

Violazioni accertate in bar di via san Lazzaro a Gallipoli, di via Di Brienne a Copertino, di viale della Costituzione a Cutrofiano, di via Liguria e via Ippolito De Maria a Galatina.

E poi numerosi i locali che sono stati sanzionati amministrativamente dal Comune a Nardò per oltre 3mila euro cadauno. Si tratta degli vari esercizi, unoi in via segni, l’altro in via Principe di Savoia, l’altro ancora in via Cavour, in via Rubichi, in via Puglia.

Due esercizi sotto la lente a Largo San Antonio e viale Aldo Moro a Galatone, altre postazioni gioco fuori dalla norma in via Corsica a Copertino

Nel corso delle stesse attività i titolari degli esercizi commerciali si sono resi responsabili della violazione di cui all’art. 7 comma 3 quater d.lgs. 158/2012. È stata così contestata la sanzione amministrativa di euro 6.666,67 per aver messo a disposizione della clientela postazioni p.c., collegati al web, che consentono accesso a siti che offrono giochi con vincite in denaro (scommesse sportive, videopoker, newslot e similari, etc.).

L’elenco non finisce qui. Tre i circoli fuori norma a Gallipoli ( uno in via Lazzari, l’altro in via Kennedy e poi in via Galatone).
Altri due esercizi a Nardò su via Cavour e su via Puglia.

In ultimo, all’interno di un circolo in via Nicola Frigino ad Aradeo, sono stati sorpresi tre giovani minori di 18 anni. Come da normativa è scattata la sanzione di oltre 6mila euro e per l’esercizio è stata disposta la chiusura per 15 giorni.

In tutto le sanzioni hanno raggiunto la somma di 63.333,34 euro.



In questo articolo: