Lampeggianti e sirene non fermano la corsa di una Mercedes, folle inseguimento nella notte

Il guidatore di una Mercedes classe “E” alla vista dei carabinieri impegnati in un controllo su strada ha premuto il piede sull’acceleratore. È nato un inseguimento finito quando l’auto è riuscita a far perdere le tracce.

carabinieri-auto

Non ci sono spiegazioni logiche, almeno per il momento, per chiarire quanto accaduto alle prime luci dell’alba a Campi Salentina. Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 5.00, quando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale compagnia, impegnati in un controllo su strada, hanno incrociato la strada di una Mercedes, classe E.

Nulla di strano se non fosse che, alla vista dei militari, chi era alla guida ha inspiegabilmente premuto il piede sull’acceleratore. L’obiettivo era chiaro: dileguarsi velocemente. Per vederci chiaro, l’equipaggio ha iniziato a inseguire il mezzo che, nonostante le segnalazioni con lampeggiante e sirene, ha continuato ad accelerare riuscendo far perdere le sue tracce.

Per molto tempo gli uomini in divisa sono stati alle calcagna dell’auto sospetta. La “corsa” è partita dal centro della cittadina nord salentina – da corso Italia per la precisione quando è stata intercettata la Mercedes – e si è protratta lungo la strada per Carmiano e il centro abitato di Novoli. Il folle inseguimento è finito a Campi, quando la macchina è riuscita a far perdere le tracce. Qualcosa di sospetto c’è, se non altro perché i militari, in più di un’occasione, hanno dovuto evitare rischi più gravi per gli ignari frequentatori della strada.

La caccia al fuggitivo o ai fuggitivi continua. Sono in corso indagini per verificare la provenienza del mezzo la cui targa è abbinata ad una vettura non corrispondente alla Mercedes in questione.



In questo articolo: