La Guardia di Finanza di Lecce non ferma i controlli in contrasto al lavoro nero

Le ultime operazioni confermano il ritmo con cui i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce contrastano il fenomeno della piaga del lavoro nero: 17 lavoratori in nero e 5 irregolari.

Durante le calde settimane estive non si è interrotta l'attività di controllo dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce. Grazie a specifici controlli avvenuti nelle ultime settimane, infatti, è stata condotta una lotta all'economia sommersa, con particolare sguardo rivolto alla repressione del fenomeno del cosiddetto "lavoro nero". Le operazioni si sono concentrate nelle zone dei Comuni di Specchia, Casarano, Tiggiano, Presicce, Lecce, Cursi, Gagliano del Capo, Trepuzzi, Matino e Nardò, interessando diverse attività commerciali quali panetterie, cantieri edili, aziende agricole e circoli sportivi.

Questo ha consentito di scoprire 17 lavoratori in nero e 5 irregolari. L'intervento si è svolto sia grazie ad appostamenti mirati a reperire informazioni riguardo le mansioni svolte dagli stessi lavoratori, permettendo di vedere l'effettivo impiego nell'intera giornata, che grazie all'analisi di dati forniti dagli stessi al momento dell'intervento mediante una specifica "intervista" rivolta loro.
Le loro rispettive posizioni sono state successivamente accertate grazie alla verifica fiscale effettuata al datore di lavoro e mediante riscontro amministrativo/contabile effettuato presso i rispettivi enti previdenziali.

Le violazioni constatate in materia di "lavoro nero" saranno segnalate agli Uffici competenti per l'irrogazione delle previste sanzioni amministrative nei termini di legge. L'attività del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce, ad oggi, ha scoperto, dall'inizio dell'anno, 528 lavoratori in nero e 124 irregolari.



In questo articolo: