Lo rapinano mentre era al telefono con la moglie, colpo al distributore di metano

È avvenuta praticamente in diretta telefonica la rapina armata condotta da quattro banditi, di cui uno armato, con il volto travisato da passamontagna. I banditi erano quattro e hanno agito intorno alle 18.

Una rapina ad un distributore di benzina apparentemente come tante altre che, purtroppo, sconvolgono la cronaca locale frequentemente. In realtà, però, la dinamica del furto avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 18, ai danni della stazione di metano sulla Lecce – Villa Convento ha avuto connotati del tutto particolari.

È avvenuta praticamente in diretta telefonica la rapina armata condotta da quattro banditi, di cui uno armato, con il volto travisato da passamontagna. Il proprietario della stazione di rifornimento, infatti, era al telefono con la moglie e sembra aver detto a quest’ultima: “Scusa devo chiudere, mi stanno rapinando”. E non era uno scherzo. Da qui la donna ha chiamato la Polizia per segnalare quanto stesse avvenendo al marito.

Le volanti si sono subito fiondate sul posto, ma della banda in azione non c’era più traccia. I rapinatori, intanto, si erano già fatti consegnare il borsello dall’uomo, non appena quest’ultimo aveva richiuso il telefono, con l’intero incasso della giornata ed erano fuggiti via a bordo di una Fiat Punto scura. Gli agenti indagano sull’accaduto e sono sulle tracce dei rapinatori.



In questo articolo: