Maltrattamenti verso la moglie? Avvocato finisce sotto processo

Il libero professionista è stato raggiunto anche da un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, con cui è sposato da oltre vent’anni

maltrattamenti

Una lunga serie di vessazioni nei confronti della moglie con cui è sposato da oltre vent’anni. Un avvocato del Sud Salento è finito sotto processo con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

Il pubblico ministero Maria Rosaria Micucci ha chiesto ed ottenuto dal gip Edoardo D’Ambrosio, il decreto di giudizio immediato.

Il 60enne, un libero professionista molto stimato e conosciuto in paese, (dove la notizia è stata accolta come un fulmine a ciel sereno) dovrà presentarsi il 3 ottobre prossimo dinanzi al giudice monocratico Annalisa De Benedictis, per l’inizio del processo. Ad ogni modo, attraverso i propri legali, gli avvocati Luigi e Roberto Rella, l’imputato ha la possibilità, entro il termine di venti giorni, di presentare richiesta di rito “alternativo” (abbreviato o patteggiamento).

L’uomo è stato, inoltre, raggiunto da un divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Nelle scorse settimane, si è svolto l’interrogatorio dinanzi al gip Simona Panzera. L’indagato ha risposto alle domande del giudice, respingendo ogni addebito.

Le indagini sono scattate a seguito della denuncia presentata dalla presunta vittima, presso i carabinieri della locale stazione.La donna, originaria di una città del Centro Italia, in seguito alle presunte angherie subite, è andata a vivere presso i propri genitori.

In base a quanto emerso in fase d’indagine, l’avvocato sposato con figli, avrebbe esercitato una serie di soprusi nei confronti della coniuge, per circa due anni. In alcune occasioni, l’uomo avrebbe anche schiaffeggiato la moglie.



In questo articolo: