Nuovi sbarchi, questa volta su un gommone oceanico

Terzo sbarco consecutivo di clandestini nel canale d’Otranto. Questa volta con un gommone di grandi dimensioni con motori da 700 CV.

Si può anche non chiamare emergenza, ma qualcosa di allarmante c’è nel terzo sbarco consecutivo di clandestini sulle nostre coste.

E l’ultimo è avvenuto alle 3.00 di questa mattina quando alcune unità navali della Guardia di Finanza hanno individuato nel canale d’Otranto un gommone di grandi dimensioni, diretto ad alta velocità verso la costa con a bordo cittadini extracomunitari.

Dopo circa mezz’ora il natante, inseguito dalle Fiamme Gialle, è approdato a Marina di Novaglie e dall’imbarcazione sono scesi i soggetti clandestinamente introdotti nel territorio nazionale.

I Baschi verdi convogliati sul posto, hanno dato subito davano inizio ad un’intensa attività di ricognizione su terra ad esito della quale sono stati rintracciati 33 clandestini di etnia probabilmente afgana.
Il gommone, dotato di due potentissimi motori da 700 cavalli complessivi, è stato sequestrato e sono ancora in corso ulteriori attività operative volte all’individuazione degli scafisti. Al momento si sta vagliando la posizione di un albanese fortemente indiziato di aver partecipato al traffico di esseri umani.

Le operazioni in corso sono svolte anche con la cooperazione delle altre Forze di Polizia e della Capitaneria di Porto.